Leggi tutte le news del blog, anche le piu' vecchie!

Fotografia: Diapositive dal Sol Levante


Per il 150° anniversario delle relazioni diplomatiche tra la Svizzera e il Giappone il museo delle culture di Lugano ospita, fino al 25 gennaio 2015, la mostra Gentō-ban. Il Giappone dell’ottocento nelle diapositive della collezione Perino.


Per approfondire vi invito ad andare sul sito della Rivista Internazionale.

Galleria



0 Commenti

Offerte Amazon: Kindle paperwhite, Fire HDX e prodotti Canon!



Clicca l'immagine per l'offerta!
Clicca l'immagine per l'offerta!

Dal 1 maggio al 27 luglio 2014 è attiva la "Summer Campaign di Canon”: acquistando uno o più prodotti tra quelli in promozione, potrai ottenere un rimborso di un valore compreso tra 5 e 250 EUR.

 

 

Clicca qui per l'offerta Kindle Fire HDX
Clicca qui per l'offerta Kindle Fire HDX

La nuova famiglia Kindle Fire, i nuovi Kindle Fire HDX 7", a partire da 229 EUR, e Kindle Fire HDX 8,9", a partire da 379 EUR. I tablet Kindle Fire HDX offrono un hardware straordinario, l'ultima versione del sistema operativo Fire OS "Mojito" e funzionalità esclusive come Cloud Collections e altre. I nuovi dispositivi Kindle Fire HDX dispongono di schermo da 7'' o da 8,9'', processore quad-core da 2,2 GHz, batteria della durata di 11 ore e due altoparlanti stereo con audio Dolby Digital Plus. I nuovi tablet Kindle Fire sono ideali per il lavoro e il tempo libero e arricchiti con centinaia di novità. Sono sempre semplici da usare e permettono di accedere ai tuoi contenuti preferiti attraverso due modalità di visualizzazione, griglia o sequenza. Perfetti per lavorare ovunque tu sia grazie alla nuova e-mail, il nuovo calendario e a OfficeSuite integrato.

Vai all'offerta di Kindle Fire HDX!

Clicca qui per l'offerta Paperwhite
Clicca qui per l'offerta Paperwhite

Il nuovo Kindle Paperwhite in versione migliorata, disponibile a soli €129 e Kindle Paperwhite 3G, disponibile a soli €189.

A differenza dei tablet, Kindle Paperwhite è creato per offrire la migliore esperienza di lettura possibile con schermo anti riflesso. Si legge anche alla luce diretta del sole e si tiene con una mano. E' 30% più leggero rispetto a un iPad mini. La batteria dura settimane, non ore. Schermo con luce integrata, leggi senza affaticare la vista.

 

Novita': Maggiore contrasto, processore più veloce, luce di nuova generazione... e tanto altro!

 

Vai all'offerta di kindle paperwhite!





0 Commenti

Festa della mamma: Un augurio a tutte le Mamme


Oggi è la festa della Mamma, festeggiata a livello mondiale, i figli donano un presente alle loro madri.  Da Wikipedia:

In Italia, la festa della mamma è nata a metà degli anni cinquanta in due diverse occasioni, una legata a motivi di promozione commerciale ed l'altra invece a motivi religiosi. La prima risale al 1956, quando Raul Zaccari, senatore e sindaco di Bordighera, in collaborazione con Giacomo Pallanca, presidente dell'Ente Fiera del Fiore e della Pianta Ornamentale di Bordighera-Vallecrosia, prese l'iniziativa di celebrare la festa della mamma a Bordighera, la seconda domenica di maggio del 1956, al Teatro Zeni; successivamente la festa si svolse al Palazzo del Parco. La seconda risale all'anno successivo e ne fu protagonista don Otello Migliosi parroco di Tordibetto di Assisi, in Umbria, il 12 maggio 1957. L'idea di Don Migliosi fu quella di celebrare la mamma non già nella sua veste sociale o biologica ma nel suo forte valore religioso, cristiano anzitutto ma anche interconfessionale, come terreno di incontro e di dialogo tra loro le varie culture: il suo tentativo è stato ricordato, in due contributi, anche dal quotidiano vaticano. Da allora, ogni anno, la parrocchia di Tordibetto celebra ufficialmente la Festa con importanti manifestazioni a carattere religioso e culturale. Il 18 dicembre 1958 Raul Zaccari - insieme ai senatori Bellisario, Baldini, Restagno, Piasenti, Benedetti e Zannini - presentò al Senato della Repubblica un disegno di legge tendente ad ottenere l'istituzione della festa della mamma. L'iniziativa suscitò un dibattito in Senato, che si prolungò anche nell'anno successivo: alcuni senatori ritenevano inopportuno che sentimenti così intimi siano oggetto di norma di legge e temevano che la celebrazione della festa potesse risolversi in una fiera di vanità. La festa comunque prese ugualmente campo in tutta Italia; inizialmente la data era fissa e per circa quarant'anni cadde sempre l'otto maggio; solo a partire dal 2000 è diventata gradualmente una festa mobile, celebrata la seconda domenica di maggio come in tanti altri paesi del mondo.

Clicca Qui
Clicca Qui

 

 

Ancora non sai cosa fare alla tua di mamma?

Fai qualcosa di piu' grande, stupisci tua madre e regala a tante altre bisognose!

Fa la cosa giusta grazie a Save The Children!



0 Commenti

Sailor Moon: Chihuahua Cosplayer



La popolarità dilagante dei video sugli animali e Sailor Moon si sono uniti, con un video recente apparso online che presenta la creazione di cosplay fantasiosi di alcuni Chihuahua amabilmente ornati di gonnelline delle belle Sailor Moon, i cani senza paura sono stati preparati per il combattimento contro le forze del male della Negaverse.

Il mondo dei Cosplayer avrà forse un'evoluzione?? Di certo sono molto meglio di alcuni che nelle fiere del fumetto si presentano in modo orrendo.

Immagini


Video





0 Commenti

Infinite Stratos: Download calendario 2014 + 3 Wallpaper

Infinite Stratos


IS (Infinite Stratos) è una serie di light novel giapponesi ideate da Izuru Yumizuru e disegnate da Okiura, dal quale è stato tratto un Anime e un OAV. Dopo i Wallpaper di High Scholl DxD , vi lascio con 3 Sfondi per Desktop di Infinite Stratos piu' un file da scaricare con il Calendario 2014 dell'Anime.

 



Anteprime

Wallpaper Download

Clicca le foto per ingrandire l'anteprima.

Calendario IS 2014 Download

 

 

 

Clicca le foto per ingrandire l'anteprima.






0 Commenti

Appuntamenti 2D: Chyna Stile


Dopo l'articolo sul San Valentino degli Otaku Giapponesidalla Cina arriva una nuova pratica fresca fresca ad aggiungersi alla lunga tradizione degli appuntamenti con le fidanzate 2D degli Otaku, che a molti faranno pena o disprezzo (magari entrambi allo stesso tempo).

 

Le scene delle immagini hanno raccolto molta popolarità su Twitter, 2CH e Weibo (ibrido tra Facebook e Twitter Cinese), tanto che alcuni commenti hanno fatto i complimenti per "quanto è carina" la ragazza... " e che i loro sforzi sono stati "anche meglio di quelli dei terrificanti Otaku Giapponesi"... Grandi parole.

Immagini





0 Commenti

Otaku e San Valentino: Come ottenere cioccolatini dalla fidanzata in 2D


San Valentino è passato (finalmente) da due giorni, tra tutti gli innamorati del mondo ci saranno certamente alcuni che si comportano in modi strani...

Tra questi gli Otaku in Giappone che hanno festeggiato il San Valentino in modo "diverso", hanno scoperto come dare, alle loro fidanzate in 2D, i loro cioccolatini e cuoricini...

Questa tecnica sta godendo molto successo con le condivisioni di Twitter, sembra probabile che arrivino le "tradizionali" buffonate degli incontri 2D (che vanno dalle offerte di torta alle Moe Girls, fino ai riti oscuri ecc...).

Immagini




Visita il Negozio Giapponese!


0 Commenti

FullMetal Alchemist: La lancia di Edward diventa realta'

fullmetalalchemist-header

Direttamente dall Fucine dei Fan, esce la lancia di Edward Elric di Full Metal Alchemist, oltrettutto fatta davvero bene come replica.

 

I Creatori hanno fornito un video che mostra la sua fabbricazione. La lancia è stata forgiata da Tony Swatton e la sua Crew, che hanno lavorato con Weaponsmithing per numerosi anni - possiedono anche un canale YouTube e una serie di video ("Man at Arms") che prevede la creazione di armi iconico dai film, giochi e altro.

 

 

E ora Guardate il video in basso della produzione:




0 Commenti

Sfondi per Desktop: Highschool DxD Wallpaper Download

© SpikeMet - Matteo B.
© SpikeMet - Matteo B.


Ecco una selezione di sfondi desktop per computer dell'anime e manga HighSchool DxD.

Anteprima
Anteprima

 

 

DOWNLOAD

Anteprima
Anteprima

 

 

DOWNLOAD


Anteprima
Anteprima

 

 

DOWNLOAD

Anteprima
Anteprima

 

 

DOWNLOAD


Anteprima
Anteprima

 

 

DOWNLOAD

Anteprima
Anteprima

 

 

DOWNLOAD




0 Commenti

Wallpaper Download Gratis



Ho deciso di mettere a disposizione delle immagini che si trovano sul Web e farle scaricare gratis come Wallpaper e sfondi per il desktop del computer.

Se cercate sfondi in particolare, non esitate a chiedere lasciando un commento qui sotto!

(Anteprima) Clicca per il download completo
(Anteprima) Clicca per il download completo

 

 

Ecco il primo Wallpaper che metto:

CLICCA QUI PER SCARICARLO GRATIS


0 Commenti

Buon anno 2014



Auguro a tutte le persone che leggono il mio sito e anche a chi ci capita per sbaglio, :P, un felice e prospero Nuovo Anno 2014

Che questi 365 giorni nuovi siano positivi e pieni di fortuna!

あけまして  おめでとう (Achemasite omedetoo)

 

Vi lascio con le ultime cose che si sono aggiunte al mio Sito e Blog:

Area Download
Area Download

Area Download con software Gratis da scaricare e sempre in aggiornamento!

Tele Assistenza
Tele Assistenza

Il servizio di teleassistenza gratis per chi ha problemi con il pc e a configurare qualche programma.


E poi il piccolo Negozio che vende Manga, le aggiunte e i perfezionamenti nell'area Giappone ecc... Visitatemi spesso Grazie a tutti :)

Spikemet



0 Commenti

Giappone: Imperatore Akihito compie 80 anni


Festa nazionale in Giappone per l’80° compleanno dell’imperatore Akihito. Più di 23mila persone si sono radunate sotto la finestra del palazzo imperiale da cui si è affacciato Akihito per salutare. Molti sventolavano la bandiera giapponese. Accompagnato dai familiari, l’anziano imperatore ha detto di “pregare perché il prossimo sia un buon anno per tutti”. In una conferenza stampa ha poi dichiarato che il peggior ricordo della sua vita è stato la seconda guerra mondiale, a proposito della quale si è detto dispiaciuto per tutti quei giovani, pieni di sogni e speranze, che sono scomparsi. La morte, tuttavia, non sembra spaventarlo troppo: il mese scorso infatti ha sorpreso la nazione annunciando i piani per il proprio funerale. Akihito è diventato 125° imperatore del Paese nel 1989.

 


VIDEO:




0 Commenti

Giappone: Hands On Search la stampante 3D per i bambini non vedenti


Internet è visivo e uditivo.

Che cosa accade se il senso del tatto diviene possibile? Che futuro ci attende? Yahoo GIAPPONE ha integrato la funzione "Cerca" su una stampante 3D e sviluppato la macchina: "Hands On Search".

Questa stampante vi permette di cercare e di stamparvi un oggetto solido .

Questo è il primo passo verso un nuovo modo di cercare.

Dove si trova Hands On Search:

"Hands On Search"è stata introdotto nella scuola Special Needs Education School for the Visually Impaired (scuola per non vedenti), affiliata all' Università di Tsukuba. "Toccare è importante per i bambini con disabilità visive, questo è il motivo per cui abbiamo introdotto le "Hands On Search"  a Tsukuba.

Crediamo che il futuro di Internet, si spera, porterà felicità a tutte le persone." Quello che dice il loro sito.

Che cosa e' il progetto Hands On Search:

Con il progetto "Hands On Search", tutti noi possiamo contribuire alla realizzazione di "sensazioni tattili" per i bambini non vedenti. I bambini possono chiamare tutto quello che vogliono per toccarlo una volta stampato dalla macchina. La ricerca verrà attivata tramite il riconoscimento vocale e una volta che i dati 3D saranno stati trovati (*1), il risultato della ricerca verrà stampato come un oggetto solido. Se non c'è risultato, è inviato a questo sito e Yahoo Giappone pubblicherà annunci (*2) per reclutare i dati.

I dati vengono poi recuperati nella macchina e poi consegnato ai bambini non vedenti.

 

*1. Parte dei dati 3D è offerto anche da imprese private come Nissan Motor, Amana e Tokyo Sky Tree, che sostengono questo progetto.

*2. Reclutati attraverso un'azione denominata Links For Good, dove viene utilizzato la tecnologia pubblicitaria di Yahoo!

Immagini:


Funzionamento Grafico:

VIDEO:




0 Commenti

Giappone: Agenzia di viaggi per peluche


Avete mai immaginato che anche i peluche, e non solo gli umani e gli animali, vogliano viaggiare? Beh, qualcuno (in Giappone) lo ha fatto e ha fondato la prima agenzia di viaggi per peluches.

Se considerate il vostro peluche come un fratello o un vero cane (o gatto, etc) perchè non fargli scoprire il mondo? Viaggiare fa bene a tutti. Basta contattare Unagi Travel, sottotitolo "Japan Travel Agency for stuffed animals", e organizzategli una vacanza. Vi basterà spedire il vostro amico all'agenzia, in un pacco, e Sonoe Azuma, 38 anni, bankers di Tokyo e titolare dell'agenzia si occuperà di tutto, il resto portandolo in un tour di gruppo con altri orsetti e scattandogli fotografie che saranno postate giorno per giorno sulla pagina Facebook dell'agenzia.

Ovviamente l'itinerario lo scegliete voi tra i quattro disponibili per ora, tutti entro i confini del Sol Levante. Il tour di Kyoto, per esempio, è il più costoso (95 dollari) e porterà il vostro peluche in giro per la città vecchia: il prezzo comprende una cartolina spedita dal vostro amico di pezza, un cd rom con le sue foto e anche un'assicurazione che, in caso di incidente o smarrimento del peluche, vi rimborserà 100 dollari.

Ma non preoccupatevi, non accadrà nulla di male: il numero dei partecipanti è limitato a dieci (ciascuno sotto i 250 grammi di peso), di modo che gli accompagnatori possano prendersi cura con la massima attenzione di ognuno. Lo stesso vale per il tour di Tokyo, che in un giorno solo porterà i peluche a vedere lo storico quartiere di Asakusa, il santuario Meiji e il panorama dalla torre cittadina, il tutto per 45 dollari. Ma c'è anche la possibilità di scegliere le terme (proprio in questo periodo, a dicembre) optando per l'Onsen Tour a 55 dollari. Infine, se volete risparmiare e vi piacciono anche le sorprese, quello che fa per voi è il Mistery Tour a 35 dollari: si sa che la meta saranno i dintorni di Tokyo, ma l'itinerario preciso rimane sconosciuto. Considerate che dovrete spedire il vostro pupazzo qualche giorno in anticipo rispetto alla data di partenza del tour e che il peluche vi verrà riconsegnato al massimo dieci giorni dopo il viaggio, quindi dovrete essere preparati a separarvene per un po'.

Qual è il senso di tutto questo? Ci risponde la stessa Azumi: «Ho aperto l'agenzia perché ho pensato che chi per motivi fisici o economici non può viaggiare, sarebbe stato felice di vedere il mondo così, attraverso il suo alter ego di stoffa. L'ho aperta tre anni fa ma all'inizio non ho avuto molto fortuna. La gente non capiva cosa stavo facendo. Ultimamente ho ricevuto tante domande, anche da uffici e piccole aziende, ma soprattutto da privati, per esempio da genitori che hanno pensato che vedendo il proprio orsetto in viaggio avrebbero ispirato i figli nel conoscere il mondo». Insomma, tutto ciò che a noi sembra un'impresa altamente surreale, in realtà ha un intento più che mai serio e Azumi non apprezza domande ironiche a riguardo. «Ho fatto viaggiare in tutto 350 pupazzi che vengono soprattutto dall'estero, dagli USA, dal Canada, Australia, Singapore, Hong Kong, Vietnam, UK, Olanda, Grecia» E aggiunge: «Sfortunatamente nessuno italiano per ora».

Geniale no? :P

Pagina Facebook di Unagi Travel

Gallery


Video


Link d'origine: http://www.vanityfair.it/



0 Commenti

Wasabi: 10 modi di mangiarlo

10 modi di mangiare il wasabi

Il Wasabi è molto popolare in Giappone e gran parte dell'asia, negli ultimi anni anche in italia si è fatto strada grazie ai vari Sushi Bar and Restaurant sparsi nelle citta'.

Nel sito si parla già a livello enciclopedico del wasabi... Io personalmente amo il wasabi e quindi vi lascio a :

10 Modi di Mangiare il Wasabi

Sushi e Sashimi
Sushi e Sashimi

1. Sushi e Sashimi:

In Giappone una piccola quantita' di wasabi è a volte messa all'interno del sushi quando viene preparato. Il Wasabi viene servito a palline sul lato del vostro piatto vicino al sushi o al sashimi, deve essere mescolata una piccola parte con la salsa di soia nel piccolo piattino per la salsa che viene messo a tavola.

 

Il Wasabi, questa radice cosi evitata dai piu deboli al potere piccante, adorata dagli amanti del brivido...Scherzi apparte, nella sezione cucina si parla in generale della radice con tutte le sue proprieta' potete leggere cosa è, le proprieta' ecc...A questo LINK


Ora vediamo 10 modi di mangiare il wasabi in giappone.

 

radice wasabi
radice wasabi

2. Soba:


La Soba è un tipo di tagliatelle di grano saraceno che vengono servite con mille condimenti diversi, sia fredda che calda.

Possono essere servite con della salsa a base di soia e wasabi. Il wasabi deve essere miscelato con la salsa e le tagliatelle immerse in questo intingolo prima di mangiarle. Ricordate, che in Giappone è bene fare rumori forti quando si mangiano piatti con pasta tipo ramen e soba. Quindi tutti a fare SLURP! Molti ristoranti offrono ai clienti una piccola radice di wasabi, e la grattugia tradizionale, con la soba ed i clienti si grattugiano a picere la radice. Questo rende il wasabi fresco e soddisfa anche l'amore giapponese di cucinare per se stessi nei ristoranti.

 

Wasabi zuke
Wasabi zuke

3. Wasabi Zuke: 

Il Wasabi zuke è un wasabi giapponese sottaceto ottenuto dalle foglie della pianta di wasabi in aceto di vino bianco.

 

Il Wasabi zuke si mangia con la salsa di soia.

Noccioline al Wasabi
Noccioline al Wasabi

4. Arachidi al Wasabi: 

Le arachidi al wasabi sono uno spuntino comune in Giappone. Sono delle noccioline ricoperte di un croccante e dolce guscio al wasabi. Sono molto piccanti e sono spesso mescolati con cracker giapponesi al riso e salsa di soia per tentare di nasconderne la piccantezza.

 

 

Piselli al wasabi
Piselli al Wasabi

5. Piselli al Wasabi: 

Snack simile alle arachidi ma in questo caso si tratta di piselli al wasabi. Questi piselli vengono arrostiti per renderli croccanti. Come le arachidi vengono spesso venduti in una busta con mix di snack. Di solito questi snack vengono mangiati per accompagnamento alla birra.

Altri snack giapponesi
Altri Snack

6. Altri Snack al Wasabi:

Il sapore del wasabi è diventato popolare per svariati spuntini in Giappone, Asia ed ora anche in paesi occidentali. Ad esempio, ci sono marche giapponesi di patatine insaporite al wasabi. Mandorle al Wasabi, cracker e ultimamente un bel gelato verde al wasabi.

salsa per insalata wasabi
salsa per insalata wasabi

7.Salsa per insalate al Wasabi:

La salsa per insalate al wasabi rende ogni insalata migliore. E' facile da preparare a casa, può essere trovata in qualche negozio, ma molto raramente. Servono semplicemente: Zenzero, crema di wasabi. Puo' anche essere fatta nella variante con al posto dello zenzero l'olio di sesamo.

Maionese Wasabi
Maionese Wasabi

8. Maionese al Wasabi:

La Wasabi mayo (maionese al wasabi) è facile da fare mescolando wasabi in polvere, acqua e maionese. Si fa un ottimo condimento per molti tipi di panini... Chissà un'insalata russa con questa maionese...

Salsa BBQ wasabi
Salsa BBQ wasabi

9. Salsa BBQ al Wasabi:

La salsa Barbeque al wasabi è ottima per alimenti cotti alla griglia, di solito in giappone la usano per frutti di mare e pollo. Tra le varianti di questa salsa in giappone si trovano: Tea Verde e Wasabi mango e wasabi, Zenzero e wasabi e miele e wasabi salsa BBQ. Abbastanza semplice da fare in casa, sta diventando molto popolare nei ristoranti.

 

Wasabi Ramune
Wasabi Ramune

10. Wasabi Ramune:

Il Ramune è un drink famoso e analcolico Giapponese, sul collo della bottiglia c'è un pezzo di marmo sul vetro. Il Ramune è molto consumato durante i festival e eventi speciali giapponesi ed ha una versione al gusto Wasabi.

Adv

KitKat al Wasabi
KitKat al Wasabi
Pasta di Wasabi
Pasta di Wasabi



Approfondisci sul Wasabi : Il Wasabi



0 Commenti

Giappone: Ultima stranezza L'Hana Twin Nose Straightener

© JapanTrendShop.com
© JapanTrendShop.com

Il giappone ha mille mode, stranezze e stravaganze, ogni tanto tirano fuori un aggeggio strano per dar modo alle donne di essere piu' carine o modificare il loro aspetto... come quello di essere somiglianti alle occidentali. 

 Ma oggi parliamo dell' Hana Twin Nose Straightener un gadget con una clip in plastica che promette di raddrizzare il naso se lo si indossa per 20 minuti al giorno. Secondo il sito questo strumento è un’alternativa economica (e meno dolorosa) alla chirurgia plastica.

Hana” in giapponese significa “naso”, mentre “Tsun” significa “bastone”. «Dopo aver inserito questo attrezzo nel naso, i supporti dovrebbero spingere verso l’alto le ossa e la pelle del naso, dandogli un profilo più grazioso e dritto, meno rotondo», recita la descrizione del prodotto. Ma un naso dritto e fino non è l’unica parte del corpo che bramano le donne giapponesi, anche gli interventi alle palpebre per sembrare occidentali è un’operazione di chirurgia estetica molto in voga nel paese del sol levante. Mentre il desiderio delle donne asiatiche di apparire come le occidentali cresce non è una novità, lascia perplessi la diffusione di questo dispositivo che promette di raddrizzare il naso, la cui efficacia è più che dubbia.

© JapanTrendShop.com
© JapanTrendShop.com




0 Commenti

Giappone: Cover iPhone è un gelato

Ma che si sono messi "all'orecchio" questi Giapponesi?? Eccoli che come al loro solito sfornano mode sempre piu' stravaganti a volte assurde. 

Ora hanno preso a mettere Cover dell'iPhone con un gelato o ghiacciolo attaccato dietro. Quindi il Sol Levante si appresta a coprire questi smartphone con cover di tutti i tipi l'importante che ci sia un gelato appiccicato...

Io mi chiedo ma nelle tasche ci stanno??

 

A voi la sentenza!

Galleria





1 Commenti

Giappone: Muore Hiroshi Yamauchi papa' del Game Boy

Era il grande vecchio del mondo dei videogame, oltre che uno degli uomini più ricchi del Giappone. Hiroshi Yamauchi, morto poche ore fa a 85 anni, ha guidato la Nintendo dal dopoguerra al 2002 contribuendo a fare dei giochi elettronici un business da 60 miliardi di dollari l'anno. Schivo, poche le interviste rilasciate, altero e collerico, a Kyoto era rispettato con venerazione. Anche dopo il suo ritiro, lasciò il posto a Satoru Iwata, nella multinazionale di Super Mario ogni sua parola era eseguita alla lettera come un comandamento. Fu lui a trasformare una manifattura di carte da gioco in un impero dell'elettronica e dell'intrattenimento. E fu sempre lui a guidare la conquista del settore dei videogame da parte delle aziende giapponesi nei primi anni Ottanta. 

La storia della Nintendo comincia alla fine dell'Ottocento con Fusajiro Yamauchi, il nonno di Hiroshi. Abitava nella parte est di Kyoto ed era un artigiano. Nel 1889 aveva fondato una piccola manifattura che produceva carte da gioco vendute nel negozio di famiglia. La manifattura si chiamava Nintendo Koppai. La svolta arrivò con Hiroshi, il nipote di Fusajiro che sostituì il padre Sekiryo nel Quarantanove. Era quello che potremmo definire una "testa calda", odiava il padre che aveva abbandonato lui e la madre e aveva un pessimo carattere. Uno che non stava mai fermo e che all'epoca rispettava poco le gerarchie e le tradizioni, tanto che all'inizio ebbe contro una parte di chi lavorava alla Nintendo Koppai. Ai giochi elettronici arrivò per tentativi, dopo aver aperto negli anni Cinquanta una compagnia di taxi, una produzione di riso istantaneo (si aggiungeva l'acqua calda ed era pronto) e una catena di alberghi ad ore. Yamauchi trasformò la Nintendo in un'azienda specializzata in videogame nel 1969, quando creò tre diversi dipartimenti di ricerca e sviluppo. Uno di questi, diretto dal giovane ingegnere Gunpei Yokoi, avrebbe inventato anni dopo fra gli altri il Game Boy. Il primo videogame invece, Laser Clay Range, arrivò nel 1973. Era una macchina da sala giochi installata in un locale di Kyoto. Si sparava con dei fucili che emettevano un tenue raggio di luce contro delle cellule fotoelettriche a forma di uccello. Nel frattempo, oltreoceano, Nolan Bushnell aveva fondato l'Atari che in breve avrebbe lanciato la console domestica Vcs 2600. La prima di una serie di macchine made in Usa che per quasi dieci anni regnarono incontrastate nel settore dei giochi elettronici. Ma il mondo americano dei videogame crollò su se stesso quasi improvvisamente nel 1983, nei negozi erano arrivate ben dodici diverse console e gli scaffali erano pieni di pessimi giochi fatti in fretta e furia, aprendo la strada al dominio giapponese. Dominio iniziato con il Nintendo Entertainment System, prima macchina da casa che a Kyoto lanciarono proprio nel 1983 e due anni dopo in America. Dietro l'universo fatato della Nintendo, così simile per certi versi a quello della Disney, c'è ovviamente anche la mano di Sigeru Miyamoto, "padre" di Super Mario, che entrò nella multinazionale nipponica nel 1977 all'età di ventiquattro anni assunto direttamente da Hiroshi Yamauchi. Miyamoto iniziò a lavorare sui videogame sotto la supervisione di Gunpei Yokoi e il suo primo progetto era gioco che aveva per protagonista una specie di King Kong che rapiva una principessa. Il giocatore controllava un esserino fatto di pochi pixel, un idraulico senza nome che poi sarebbe diventato Mario. In quel periodo andavano molto le battaglie spaziali stile Space Invaders dalla Taito. Così, anche all'interno della stessa Nintendo, c'era un certo scetticismo attorno al lavoro di Miyamoto. Donkey Kong uscì nel 1981 è diventò il videogame più popolare della storia. Sempre nel 1983 la Sega entrò ufficialmente nel settore con un gioco chiamato Astron Belt e per la Nintendo iniziò la lunga guerra commerciale con le altre compagnie giapponesi alle quali si aggiunse per ultima la Sony con la sua PlayStation a metà degli anni Novanta. Che, ironia della sorte, nacque inizialmente come lettore esterno proprio per le console Nintendo. Solo che a Kyoto decisero di accantonare il progetto e la partnership con la Sony, commettendo uno degli errori più grossi della storia della compagnia. Ma al di là delle scelte più o meno azzeccate, e dell'alterigia leggendaria di Yamauchi, la sua azienda ha inventato uno stile, diversi generi e plasmato i videogame facendone intrattenimento adatto alle famiglie. E questo è vero anche per le ultime console, dal Wii U al 2DS. Yamauchi ha in pratica continuato a innovare restando fedele alla tradizione, con un'attitudine diventata marchio di fabbrica che unisce due tendenze opposte. Lascia una compagnia in declino rispetto ai fasti e alle vette raggiunte dalla Wii, ma comunque con un giro di affari da oltre sette miliardi di dollari. Lascia anche cinque figli, uno dei quali lavora alla Nintendo.

Galleria



Articolo originale: http://www.repubblica.it


0 Commenti

Video: Giappone Candid camera con dinosauro in ufficio

In Giappone nemmeno le Candid Camera sono normali, fino ad arrivare a far travestire un tipo da dinosauro!

Uno spaventoso dinosauro si aggira per i corridoi di un ufficio giapponese, pronto a spaventare tutti i dipendenti. E' la candid camera ideata da una tv nipponica: nonostante si vedano chiaramente le gambe dell'uomo che indossa il costume di scena, le vittime di questo spaventoso e divertente scherzo sembrano davvero terrorizzate.

Video



Link Originale: http://video.corriere.it/

 



0 Commenti

Giappone: Amazon Japan "assume" capre per tenere il giardino curato

Amazon Giappone ha deciso di usare delle capre per tenere in ordine il giardino intorno al suo centro di distribuzione che si trova nella Prefettura di Gifu. E la parte più interessante è che Amazon non è neanche la prima delle aziende legate a Internet a fare una scelta del genere.

 

Stando a Doshin Web, le capre saranno comprate una a settimana fino all’autunno per mangiare l’erba e tenere il prato ben rasato. La scelta viene vista come un modo più ecologico per tenere il giardino in ordine.

 

Le capre, come tutti gli impiegati, hanno una targetta appesa al collo con la loro foto e il loro nome.

Nel 2009 anche Google ha iniziato ad usare le capre per tenere il giardino del suo quartier generale in ordine, senza erbacce e che avesse l’odore del concime naturale.

Foto



Fonte: Gizmodo



0 Commenti

Top 10 delle coppie negli anime giapponesi

 

 

1. Shinichi Kudo × Ran Mouri (Detective Conan)

 

 

2. Kirito × Asuna (Sword Art Online)


 

 

 

3. Touma Kamijou × Mikoto Misaka ( A Certain Magical Index)


 

 

 

4. Koyomi Araragi × Hitagi Senjougahara (Bakemonogatari)

 

 

 

5. Syaoran Li × Sakura Kinomoto (Cardcaptor Sakura)


 

 

 

6. Ryuji Takasu × Taiga Aisaka (Toradora)


 

 

 

7. Kyosuke Kosaka × Kuroneko (Ore no Imouto)

 

 

 

8. Haru Yoshida × Shizuku Mizutani (Tonari no Kaibutsu-kun)

 

 

 

9. Tomoya Okazaki × Nagisa Furukawa (Clannad)

 

 

 

10. Haruhi Suzumiya × Kyon  (The Melancholy of Haruhi Suzumiya)





0 Commenti

Le geisha di Akasaka, tra tradizione e attualità.

TOKYO - In un'intervista al Mainichi Shimbun, Ikuko, nota geisha del quartiere di Tokyo Akasaka, parla del suo entusiasmo per l'imminente Akasaka Odori, uno spettacolo annuale di danza eseguito dalle geisha di Akasaka il 31 Ottobre e il 1 Novembre. Quest'anno la manifestazione festeggia il suo 50mo anniversario.

Mainichi: Come descriverebbe le geisha di Akasaka?
Ikuko: Nobili e splendide, direi, come un bellissimo fiore. Siamo molto orgogliose e professionali, ci ricordiamo sempre di salutare la gente in maniera allegra ed elegante.

Abbiamo imparato tali buone maniere e l'etiquette dalle nostre geishe anziane. Apparire belle non è sufficiente. Dobbiamo sempre sapere come vestirci, muoverci ed agire in modo gradevole. Questo contribuisce non poco a rendere perfette le nostre esibizioni.


Mainichi: Quali sono le cose più importanti quando si intrattengono gli ospiti?
Ikuko: Il nostro lavoro è intrattenere con la migliore ospitalità. è importante capire che aspettative hanno i nostri clienti, uno per uno. Noi leggiamo i giornali ogni giorno e ci prepariamo almeno tre argomenti in modo da poter stimolare conversazioni con vari ospiti. A causa della location della nostra Casa, molti degli ospiti provengono dai circoli politici. Ma noi tendiamo a parlare di argomenti casuali, piuttosto che di serie questioni politiche, in modo che loro possano trovare piacevole e rilassante il tempo passato con noi.
Per condividere interessi comune con i nostri ospiti, ho anche consigliato ad una nostra giovane geisha di praticare il golf. è un piacere sentire che i nostri ospiti gradiscono davvero stare qui e che sperano di tornare.


Mainchi: Ci sono dei tabù?
Ikuko: Per noi, la cosa più importante è un rapporto di fiducia reciproca tra noi e gli ospiti. Per esempio, alcuni clienti partecipano a molti incontri in una sola notte. Ma anche quando incontriamo un cliente con cui ci siamo intrattenute ad un incontro precedente, fingiamo sempre che sia la prima volta e di conseguanza ci scambiamo sempre i più cordiali saluti. Questo lavoro richiede molta attenzione e flessibilità.
Ogni mattina preparo la colazione per le ragazze più giovani e mangio insieme a loro in modo che possano imparare quelle cose importanti attraverso la vita quotidiana.


Mainichi: L'Akasaka Odori è alle porte. Cosa si aspetta?
Ikuko: Ai party ordinari e agli incontri, noi danziamo davanti ai nostri ospiti, a volte davanti ad uno per volta, percependo le loro espressioni del volto, i movimenti degli occhi e il respiro. Richiede una ferma concentrazione perchè non possiamo mai distogliere lo sguardo. Ma la tensione provocata dall'essere guardate da vicino ci aiuta a migliorare ulteriormente le nostre prestazioni. 
L'Asakasa Odori è un grande momento per noi geisha, e non vediamo l'ora di mostrare i frutti del nostro impegno quotidiano. Spero che lo spettacolo possa incoraggiare più persone a venire ad Akasaka a sperimentare la nostra ospitalità.




0 Commenti

Fotografia: Foto storiche Giapponesi

Girando nel Web, ho trovato queste foto storiche del giappone molto caratteristiche, con momenti di vita generali di due ragazze giapponesi.

Buona Visione






0 Commenti

Ricette Giapponesi Vegan: Yakitori spiedini di Seitan e verdure

Gli Yakitori sono un piatto Giapponese, di norma sono spiedini di pollo i quali sono serviti con una salsa a base di soia dolce. Ma possiamo non solo realizzarli con la carne di pollo ma anche con verdure, seitan, Tofu ecc…

Ora passiamo alla ricetta della Veganizzazione di questi Yakitori:

 

 

 

 

 

• 1/3 di tazza di Tamari.
• 1/3 di tazza di mirin.
• 1/4 di tazza di zucchero di canna.
• 1 Cucchiaio di aceto di riso.
• 2 Cucchiai di zenzero fresco grattugiato.
• Del seitan preparato a bocconcini.
• 2 peperoni rossi.
• 2 melanzane Piccole.
• 1 mazzetto di cipollotti.

 

 

Procedimento

  • Versate il tamari, il mirin, lo zucchero di canna, l’aceto di riso e lo zenzero in una ciotola di medie dimensioni e mescolare fino a quando lo zucchero sia sciolto. Tenete la meta’ della salsa da una parte.
  • Aggiungete il seitan alla ciotola con la restante metà della salsa. Mescolate bene per insaporire il seitan. Coprire con pellicola trasparente e lasciar marinare per 4 ore, o meglio per tutta la notte.
  • Rimuovete il seitan dalla marinata e iniziate ad assemblare i vostri spiedini. (Se si utilizzano spiedini di bambù, lasciare in ammollo in acqua per circa un'ora). Infilate il seitan, il peperone, le melanzane e le cipolle verdi su ogni spiedino.
  • Preriscaldate la griglia del barbecue, ungete ogni spiedino con un po' di olio d'oliva per evitare che si attacchino alla griglia. Con un pennello, spennellate con la marinata ogni lato degli spiedini. Aggiungete gli spiedini alla griglia e cuocete, girando di tanto in tanto per 10 minuti o fino a doratura e saranno cotti.
  • Mettete la salsa rimanente in una pentola e portatela ad ebollizione. Abbassate la fiamma e fate sobbollire per 2 minuti fino a che si sia addensata.
  • Servirli su un piatto messi uno accanto all’altro, con un ciotola sul piatto con dentro la salsa addensata così chi vorrà potrà insaporire ancora di più gli spiedini.

 

 

Galleria



Articolo preso in inglese da: Go Vegan Meow!

Leggi anche la ricetta Originale: Yakitori di Pollo


0 Commenti

Musica: Nuovo video dei Muse, Panic Station girato in Giappone

Il nuovo video dei Muse, 'Panic Station', è quasi un video che riprende i musicisti giapponesi J-Pop nelle loro buffe coreografie, è fuori dagli schemi e fuori di testa. Sicuramente lo amerete anche voi come me, sono bravissimi come sempre. Ma che cos'ha di tanto speciale? Senza svelarvi troppo vi anticipiamo che Matt Bellamy, Dominic Howard e Chris Wolstenhome saranno molto psichedelici e fluorescenti in quello che sembra un videogioco da pazzi!

 


Il video di 'Panic Station' è stato girato a Tokyo, in Giappone: dite che ne ha risentito?

Certamente sì, visto che è iper-colorato e iper-illuminato, un po' come quando arrivi a Shibuya e ti ritrovi attorniato da cosplay.

 

Infatti nella clip ci sono costumi colorati, varie creature aliene, un polpo gigante e un T-Rex che fa tanto Jurassic Park.

Ma la particolarità del video è che è tutto opera dalla band: scrittura, produzione, regia e montaggio sono stati tutti fatti da Matt Bellamy e soci.

E a quanto pare sembra che si siano divertiti parecchio!

 

Si ricorda che i Muse quest'estate saranno in tour in Italia con tre concerti: due a Torino il 28 e il 29 giugno e uno a Roma il 6 luglio.

 



 

Fonte: http://allsongs.tv



0 Commenti

Vegan: Torta di Mele Vegan

La torta di mele è probabilmente uno dei dolci tradizionali più amati sia dagli adulti che dai bambini. La sua preparazione casalinga permette di avere a disposizione un dolce non confezionato e industriale adatto sia per la merenda che per la colazione.Essa può essere facilmente preparata in versione vegan. L'aggiunta di mandorle ne arricchirà ancora di più il sapore. Ecco gli ingredienti ed il procedimento per realizzare una torta di mele vegan.

Ingredienti

250 gr di farina 0 o integrale biologica
150 gr di zucchero di canna integrale
300 ml di latte di mandorle
50 gr di farina di riso
50 gr di mandorle tritate

50 ml di olio di mais biologico
1 bustina di lievito per dolci biologico
1 pizzico di vaniglia in polvere biologica
1 manciata di mandorle intere
1 pizzico di cannella
1 pizzico di sale
3 mele

 

Preparazione

 

In una ciotola capiente unite il latte di mandorle e l'olio di mais. Emulsionateli con una frusta. Versate lo zucchero, la cannella e la vaniglia in polvere e mescolate il tutto. Unite le mandorle tritate e le due farine a poco a poco, continuando a mescolare con la frusta o con un cucchiaio in modo che non si formino grumi. E' possibile aggiungere un po' di farina o di latte di mandorle per regolare la consistenza dell'impasto. Sbucciate due delle mele e formate delle fette piuttosto spesse, da incorporare all'impasto dopo aver aggiunto il lievito ed un pizzico di sale ed aver amalgamato molto bene il tutto. A questo punto dovrete ungere con un po'd'olio ed infarinare una tortiera rotonda in modo che da poter estrarre facilmente la torta di mele una volta pronta. Potrete quindi versare l'impasto della torta di mele all'interno della tortiera. Poco prima o subito dopo tale operazione sbucciate la mela rimasta e tagliatela a fettine sottili, in modo da poter decorare la superficie della torta. Potrete completare la decorazione aggiungendo delle mandorle intere.


Cuocete in forno la torta di mele per 45 minuti a 180°C, facendo la classica prova dello stuzzicadenti prima di sfornare la torta, che dovrà essere lasciata raffreddare prima di essere estratta dallo stampo. Lo zucchero di canna può essere sostituito da malto di mais nella stessa quantità. Il latte di mandorle necessario per la preparazione della ricetta può essere preparato in casa frullando in un mixer 30 grammi di mandorle e 310 ml d'acqua, filtrando infine la bevanda con un colino.


Articoli di: http://www.greenme.it



0 Commenti

Poesia: A Gazzy la mia gatta

Dopo quasi un anno dalla sua scomparsa, sono riuscito a scriverle qualcosa, bloccato dal mare di lacrime che escono ogni volta che penso o provo a scrivere della mia amata Gatta di nome Gazzy, compagna di vita per dolcissimi e gattosi 18 anni.


M'hai insegnato ad attenderti, paziente sul divano,

o ad aspettare te, me che tornavo dal fare spese:

così aspettavi, dormendo sul cuscino

o magari, badavi alla casa e tutto era sotto il tuo controllo...

Abbiamo giocato tante volte con un filo, a nascondermi

per poi far muovere il mio ditino:

correvi sempre più veloce, più che mai, saltavi altissima,

che agile essere sei stata, mia gattina;

E... quando la forza per una zampata alla pallina ti è mancata,

il cuore ha battuto forte, il caldo mi ha avvolto,

tremolii e pruriti di preoccupazione m'hanno invaso.

Che strano, a guardare la tua faccina fin da piccolo,

credevo che accanto t'avrei sempre avuta...

Avevo paura degli animali, non avevo esperienza,

ne conoscenza di cosa eravate capaci di fare dentro me.

Siamo cresciuti, mangiato, giocato, parlato (chissà se capivi), ci siamo guardati negli occhi... tuoi di smeraldo, tutto insieme sempre come vecchi amici.

Sei entrata nella mia vita piccola piccola... e te ne sei andata grande, bella e fiera...

Con gli acciacchi di una rispettabile Gatta Vecchietta,

ma sempre bella d'ammirare.

Non ci sono più i tuoi "Miao",

tanto meno il tuo posizionarti sul cuscino da regina,

o sul mio petto a ritmo delle tue fusa.

Ora, comprendo quanto dolore avrai provato nell'impedimento di muoverti che ti ha bloccata;

ma io lo so, la voglia di saltar sopra di me che avevi,

il sole d'estate era caldo, dissetarti con siringhe e sali minerali, volevi bere...

Tu hai insegnato a me il coraggio, l'amare ogni essere vivente e guardare il mondo con pazienza felina.

Ricordo le flebo, le cure e lo starti accanto... andare a lavoro, avendo in testa solo la tua salute...

Nonostante sapessi cosa stesse succedendo,

non volevo rendermene conto... Compagna di Vita, capivi ogni mio stato d'animo...

Eri lì sempre senza chiedere chissà cosa, ci sei sempre stata.

E quando all'ultimo secondo della tua vita... hai provato a venire per l'ultimo saluto...

Ti sei stesa all'ultimo miagolio verso me.

Ero lì sul nostro divano a riposare...

Sentivo che succedeva qualcosa, ma no volevo credere...

Sono corso lì...

Mi sono crollate ginocchia

perdendo ogni briciolo di forza...

T'ho abbracciata e a terra, come il mio cuore, ho fatto uscire ogni lacrima che il mio corpo potesse contenere... Uscirono senza pudore.

Passa il tempo e resti ancora così forte e tangibile dentro me.

La primavera è arrivata, presto il sole d'estate, che amavi prendere in terrazza, picchierà ancora forte,

scalderà le lacrime congelate dall'inverno, le quali in autunno formeranno un lago di cristallo.

Coccole feline mancanti,

sorella Gatta sento ancora oggi la mancanza,

il marroncino sotto la tua pancia.

Dove riposi ogni volta che ripasso,

ti regalo uno sguardo e un bacio caldo.

Una carezza Micia Mia, parte di questo pianeta sei diventata,

parte della mia vita sei... 

E sempre lo sei stata.

 

 

BACI Matteo




1 Commenti

Japan Life Blog: Applicazione Android del Blog

 

 

E' nata oggi una semplice applicazione per dispositivi Android, che permette di navigare il blog e le sue notizie semplicemente da questa applicazione senza dover usare il browser internet dello smartphone. Per ora è possibile scaricarla solamente sul mio Sito, ma piu' in la' sara' presente anche sul GooglePlay.

Scaricatela e commentate dicendo cosa non va e cosa vi piace.

Grazie a tutti!

Come Scaricarla?

QR CODE
QR CODE

Usate il vostro telefono per leggere questo QR code, scaricando cosi il file APK.


Download
JapanLifeBLog.apk
Scaricala direttamente dal mio sito!
Japan+Life+Blog.apk
apk File 211.3 KB


Condividi nel Web!


0 Commenti

Ricette Vegan Giapponesi: Hamburgher di funghi Shitake

Il giappone ha tantissime ricette gustosissime per chi è Vegan o semplicemente vegetariano. Usando la fantasia usando ingredienti del paese del sol levante, si possono creare stuzzicanti ricettine gustose. Oggi parliamo di un mini hamburgher di funghi Shitake che andranno a sostituire la carne. 


Ingredienti
Ingredienti

Ingredienti  per una persona

  • 3 Grandi e freschi Funghi Shitake 100Gr (o funghi normali)
  • 1 Cucchiani da te di Salsa di Soia
  • Farina
  • Olio D'oliva Bio
Processo
Processo

 

 

Tagliare i funghi Shitake.

Processo
Processo

 

 

Aggiungere la salsa di soia e mischiare bene

Processo
Processo

 

 

Ora aggiungere la farina e mischiare per far amalgamare bene.

Processo
Processo

 

 

Ora formate dei mini hamburgher con le mani, scaldate dell'olio d'oliva in padella e cucinate gli hamburgher di funghi fino a doratura. Servite su delle foglie di rughetta o insalata e mangiateli accompagnati con della mostarda.



Condividimi nel Web!

Metti mi Piace!


0 Commenti

Giappone: I Panda giganti si sono accoppiati allo Zoo di Tokyo

Shin Shin e Ri Ri, i due panda giganti dello Zoo di Tokyo, si sono accoppiati ieri sera.

Lo ha annunciato raggiante un dirigente dello zoo di Ueno, a nord della capitale, augurandosi che l'unione porterà i suoi frutti. Protetti da sei giorni dalle migliaia di visitatori quotidiani, Shin Shin e Ri Ri solo nel pomeriggio di ieri erano stati messi in uno stesso recinto e in poco più di mezz'ora la natura aveva fatto il suo corso.

"Li abbiamo messi insieme verso le 17,20. Si sono guardati e si sono accoppiati verso le 18. Sono stati di nuovo portati nei rispettivi recinti alle 18,05", ha spiegato Hidetoshi Kurotori, un responsabile dello zoo. La direzione dello zoo ha messo online un video dell'istante fatidico.(Lo potete vedere sotto)

Prestati dalla Cina nel febbraio 2011, Shin Shin e Ri Ri avevano già avuto un cucciolo l'anno scorso, un evento eccezionale il cui precedente risaliva a 24 anni prima ma il piccolo era morto dopo una settimana per una polmonite. Quel giorno i programmi televisivi erano stati interrotti e le immagini del direttore dello zoo in lacrime avevano fatto il giro del mondo.



Condividi nel Web!

Link Originale: http://notizie.tiscali.it/

Di che ti piace l'articolo!


0 Commenti

Manga: Library War, manga giapponese sul grande amore per i libri

Il titolo originale di questo manga che spopola letteralmente in Giappone è Toshokan Sensō: Kakumei no Tsubasa, ma per noi occidentali sarà più facile identificarlo con il nome Library War: The wings of revolution; tutto è iniziato nel 2006 con due romanzi dell’autore Hiro Arikawa che da subito molto amato venne riproposto come serie di fumetti manga. La storia di fiction in pratica ha avuto un tale successo che, dopo essere stata declinata in telefilm di dodici episodi, presto verrà tradotta in film di animazione. In uscita a fine aprile 2013, in Giappone.

L’intreccio si basa su un ambientazione futuristica (Giappone anno 2019, neanche troppo in là), in cui gli eroi buoni sono dei soldati che si battono per difendere il sistema della cultuta e delle biblioteche pubbliche. Leggo sul sito specializzato in anime Anime Click, che le avventure nipponiche vedono protagonista Iku Kasahara e i suoi compagni commilitoni del corpo di difesa dei libri. Un racconto che potremmo definire dell’orrore, con la lettura a rischio di estinzione, che mi ricorda molto Fahreneit 451 (difficile che non ci sia almeno un pizzico di ispirazione…) e che si pone come spunto di riflessione e sensibilizzazione rispetto alle tendenze che ostacolano la libertà di espressione. Library War e le sue vicende che parlano di amore e odio per i libri ha convinto tutti nel paese del Sol Levante, tanto che nel 2008 la serie ha vinto il Seiun Award alla Japan Science Fiction convention; se il tutto vi incuriosisce (e come potrebbe essere altrimenti?) potete acquistare i volumi -di culto- su Amazon, per ora in giapponese; ma già guardare le figure sarà un’esperienza avvincente, ricordatevi solo di sfogliare da sinistra verso destra!

 



Link Originale: http://www.booksblog.it


0 Commenti

GreenMe.it: Torrone Vegan fatto in casa


Ho trovato questa ricetta del Torrone Vegan su GreenMe.it, per chi amava il torrone con ingredienti di origine animale, non deve disperarsi, c'è la ricetta cruelty-free. L'antica ricetta del Torrone è stata adattata per chi ha deciso di cambiare prima se stessi e di conseguenza (nel proprio piccolo) il mondo che gli da riparo.


Ingredienti:

  • 500 g di nocciole sgusciate
  • 500 g di mandorle sgusciate
  • 1 kg di zucchero di cannna
  • ½ limone da usare come spatola per spianare il torrone
  • olio extravergine d'oliva

Preparazione:

Immergete, per un paio di minuti, le mandorle e le nocciole in acqua calda ed eliminate la pellicola intorno.

Versatele in un tegame, aggiungete lo zucchero di canna e fate cuocere il tutto a fuoco molto basso, mescolando continuamente evitando che il composto si attacchi al fondo.

Quando sarà sciolto e avrà assunto un colore dorato, togliete il tegame dal fuoco.

Nel frattempo ungete con un po’ d’olio una parte del piano da lavoro. Versatevi il composto velocemente e spianatelo con l’aiuto del limone.

Quando sarà raffreddato, tagliatelo a pezzi con un coltello robusto.





0 Commenti

MotoGP del Giappone: Locandina in stile Manga

click to zoom
click to zoom

Il 14 ottobre si svolgerà il MotoGP del Giappone a Motegi. E per pubblicizzare la gara è stata realizzata una speciale locandina, in perfetto stile manga.

I piloti del Moto Mondiale sono stati trasformati in eroi dei fumetti. La locandina è stata pubblicata su Twitter da Leon Camier.

Casey Stoner è stato ritratto con la coppa in mano, mentre Lorenzo urla come un combattente e Dani Pedrosa è arrabbiato. Il risultato finale è veramente molto carino.

Un modo alternativo per invitare i giapponesi a seguire la gara.


Download
Locandina
Scarica la locandina!
locandina-motogp-giappone.jpg
Formato JPG 209.0 KB



0 Commenti

Torino: tre giorni di Giappone

Dal 7 al 9 settembre Torino ospita Picta Matsuri, un festival giapponese dove si parlerà, ovviamente e giustamente, di manga, anime, cosplay e fandom ad essi collegati, ma dove troveranno spazio espressioni e manifestazioni delle feste tradizionali del Paese del Sol levante, dal lancio delle lanterne alla pesca dei palloncini. Teatro di questo festival ricalcato su quelli presenti in Giappone lo Sporting Club di via Trofarello 10, in zona Lingotto, e ad organizzare il tutto l’associazione culturale BenTo, che vuole proporsi come punto di riferimento per le manifestazioni in tema a Torino.

Si parte venerdì 7 alle 19, con una conferenza stampa di presentazione dell’evento, un apericena con cibo giapponese, concerto di musica e poi un successivo lancio beneaugurale di lanterne giapponesi, come si fa nel Paese del Sol levante a fine estate. Sabato 8 si parte di nuovo alle 19, con una serata di musica e conclusione di nuovo con il lancio delle lanterne, mentre domenica si potrà passare tutta la giornata, a partire dalle 10, tra manga, anime e tradizioni giapponesi. Nel viale del circolo ci saranno bancarelle di cibo tradizionale, banchetti di artisti che realizzano creazioni originali su manga, anime e dintorni, tavole di disegnatori italiani in stile manga e l’area mercato con la vendita di fumetti, dvd e gadget sui maggiori successi di ieri e di oggi. Al mattino raduno del forum italiano sul popolare manga Naruto, mentre alle 15 del pomeriggio gara di cosplay. Molti gli ospiti, come Vittorio Pavesio, editore di fumetti d’autore e ideatore di Torino Comics, il doppiatore Ivo de Palma e la disegnatrice Samanta Scuri.

L’ingresso costa 5 euro e permette l’iscrizione all’associazione BenTo. Per ulteriori informazioni visitare il sito della manifestazione.

 



Link originale: http://www.articolotre.com



0 Commenti

Estate Vegan: Gelato Vegan per l'estate che scalda!

http://www.ecoo.it
http://www.ecoo.it

Gelati al fior di latte di soia

Per preparare i gelati al fior di latte di soia, potete utilizzare il vostro latte di soia preferito, scegliendo fra i numerosi che ci sono in commercio. La ricetta base prevede l’uso di 200 grammi di latte di soia, 200 grammi di panna vegetale e 150 grammi di zucchero di canna. Gli ingredienti vanno mescolati, versati nella gelatiera e lavorati per 30 minuti. A seconda dei nostri gusti personali ci possono essere delle varianti del gelato al fior di latte. Per esempio possiamo farlo al caffè. In questo caso, oltre agli ingredienti della ricetta base, occorre utilizzare anche 200 grammi di panna di soia, 200 grammi di caffè freddo e 150 grammi di zucchero di canna. Il procedimento è sempre quello della ricetta base, bisogna sostituire il caffè freddo al latte.

 

Gelati vegan al cioccolato

Per preparare i gelati vegan al cioccolato dobbiamo seguire una ricetta base che prevede l’utilizzo di 150 grammi di cioccolato fondente, 200 grammi di latte di soia, 200 grammi di panna vegetale e 130 grammi di zucchero di canna. Spezzettate la cioccolata, mettetela in una pentola con tre cucchiai di latte di soia. Aggiungete a poco a poco l’altro latte. Incorporate la panna e lo zucchero e, dopo aver fatto raffreddare, versate il composto nella gelatiera e lasciate lavorare il tutto per 30 minuti.

 

Il gelato vegan banana split

Per preparare il gelato vegan banana split servono: una banana, un vasetto di yogurt di soia, un cucchiaino di zucchero di canna, del cacao amaro. Frullate la panna con lo yogurt e abbondante cacao amaro. Dovete frullare, fino ad ottenere una consistenza omogenea. Aggiungete poi un cucchiaino di zucchero di canna, spolverate con il cacao e decorate con qualche fetta di banana. In questa ricetta la banana deve essere precedentemente congelata e frullata a pezzi. E’ essenziale mantenere la stessa quantità di frutta e la stessa quantità degli altri ingredienti.

 



Link originale: http://www.ecoo.it



0 Commenti

Londra 2012: Atleta Giapponese posa nuda per andare alle paralimpiadi

Maya Nakanishi splende in tutto il suo fascino e la sua bellezza, ma guardando bene manca qualcosa. 

Maya Nakanishi aveva 21 anni quando una trave d'acciaio le schiacciò la gamba destra sul lavoro, provocando la perdita dell'arto. La gamba venne amputata dal ginocchio in giù. Questa perdita non ha però intaccato il carattere deciso di questa ragazza giapponese. Adesso, che di anni ne ha 27, alle Olimpiadi non ha voluto assolutamente rinunciare.

 Alle Paralimpiade di Pechino 2008 è giunta sesta nei 100 m e quarta nei 200 m. Il problema non è il talento, sono i soldi. Nonostante il Giappone non sia un paese povero, per mancanza di fondi, la squadra paralimpica rischiava di non poter andare a Londra. Che fare? Maya Nakanishi non si è persa d'animo e il suo sogno doveva realizzarsi. E' la migliore speranza paralimpica giapponese dell'atletica. Non voleva mancare all'appuntamento londinese. Aveva già saltato i Mondiali 2010, in Nuova Zelanda, sempre per mancanza di soldi.

 

Ha accettato di mettere in mostra il suo corpo, con garbo, eleganza e senza volgarità. E' un servizio che rompe i canoni della fotografia di nudo, ma che soprattutto cerca di far passare un messaggio da non trascurare: le Paralimpiadi non sono l'altra Olimpiade, ma un evento unico e importantissimo. E' possibile dover rinunciare a rappresentare il proprio paese per un evento così per mancanza di soldi? Maya la sua risposta ha provato a darla. Ha messo le foto sul suo sito, dove il calendario è in vendita. Niente esibizionismo pruriginoso o volgarità, le foto sono di un ottimo fotografo giapponese, Takao Ochi, che forse si sarà anche ispirato al pittore Goya (Maya desnuda?). Con il ricavato vuole acquistare una nuova protesi da corsa e pagarsi il viaggio a Londra. Si allena negli Stati Uniti con Al Joyner, marito di Florence Griffith-Joyner, velocista che vinse tre medaglie d'oro alle Olimpiadi del 1988 a Seoul. Maya Nakanishi dice: Voglio far conoscere lo sport per persone con disabilità in Giappone. Con molta discrezione, l'atleta giapponese segue le orme di alcuni colleghi molto famosi, su tutti Oscar Pistorius scelto nel 2011 come uomo più sexy del Sudafrica, oltre a essere testimonial di A*Men, profumo per Thierry Mugler, con foto e video sexy.

 





0 Commenti

Angolo Veg: Biscotti della Fortuna vegan

Rieccoci qui, nell'angolo vegOggi scopriremo come sia possibile fare il biscotto della fortuna vegI biscotti della fortuna, non sono di orgine cinese ma americana: inventati
alla fine dell'ottocento da un cino-americano, hanno acquisto nel tempo la fama di biscotti benauguranti i famosi Fortune Cookie.


Ma passiamo a questa gustosa ricetta.
Ingredienti per circa 10 biscotti:

   2 cucchiai di semi di lino
   10 cucchiai di acqua fredda
   1 tazza di farina (meglio di tipo 1 o integrale)
   1 tazza e mezza di zucchero a velo (io ho usato quello di canna che va
bene lo stesso)
   2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
   la buccia grattugiata di mezzo limone
   1 pizzico di sale

Preparazione:

prima di cominciare a mettere le mani in pasta ricordatevi... I messaggi benauguranti. Dopo che li avete scritti su un pezzetto di carta, fate asciugare l'inchiostro e ripiegate più volte il bigliettino per motivi di spazio. 

Passiamo ai biscotti: mettere nel frullatore i semi di lino e aggiungere i cucchiai di acqua fredda. Mixare per un minuto a una velocità sostenuta; ne risulterà una cremina omogenea. Versate la cremina in una ciotola e, aggiungere, farina, zucchero, olio evo, lo zest di limone e un pizzico di sale. Mescolando aggiungere, a filo, 3-4 cucchiai di acqua fredda e girate fino ad amalgamare completamente tutti gli ingredienti. Una volta ottenuto il composto della giusta consistenza, prendere un cucchiaio bello pieno di crema e stenderla ,su una teglia coperta con carta da forno ben

oleata, fino ad ottenere un cerchio non superiore a 5-7 cm( un palmo della mano). Fattene 4 di questi cerchi per teglia cosìcche siano più facili da maneggiare. 

Metterli in forno a 180° gradi per 10 minuti. Tirare fuori la teglia e, muniti di paletta e guanti da cucina( e molta attenzione) togliere dalla teglia i dischi semi-cotti. Su ognuno di questi appoggiare un bigliettino e ripiegarli in due, schiacciando le estremità. Mettere i biscotti negli stampini da muffin( affinchè si modellino) e infornare per altri 10 minuti o fino a quando diventano belli dorati. A questo punto tirare fuori dal forno e lasciati e freddare, in seguito
toglierli dallo stampino. Non vi resta che servirli agli amico o ai parenti a fine serata e vedere le loro espressioni mentre leggono le frasi che avete scritto. Buon appetito!




0 Commenti

L'angolo Veg presenta: Bed & Breakfast Vegan a Fiumicino aeroporto di Roma

Vegan Inn Airport è il bed & breakfast più vicino all’aeroporto internazionale Leonardo Da Vinci di Fiumicino , raggiungibile in soli 2 minuti. A 10 minuti dalla Fiera di Roma e dal centro commerciale Parco Leonardo e nelle immediate vicinanze negozi, supermercati, bar, ristoranti ed il centro di Fiumicino. Situato in una villetta con giardino con entrata indipendente, dispone di camere completamente arredate tutte con bagno privato, connessione internet Wi Fi, televisori a Led e nuovi materassi ortopedici. Compresa nel prezzo una colazione biologica priva di prodotti di origine animale.

A 50 metri dal b&b si trova la fermata dell’autobus gratuito Green Bus che in pochi minuti porta all’aeroporto di Fiumicino e possibilità, su richiesta, di servizio navetta.

Siamo felici di ospitare i vostri amici a 4 zampe di tutte le taglie e senza alcun costo aggiuntivoDaniele e Rosa saranno lieti di ospitarvi e rendere il vostro soggiorno il piu’ confortevole e piacevole possibile.

Web e Fluke
Web e Fluke

I creatori di questo favoloso luogo dedicano il loro lavoro a Web e Fluke, i loro compagni di vita e di viaggio che gli hanno insegnato il rispetto e l'amore per tutti gli esseri viventi e per il pianeta. Dedicamp soprattutto il Vegan Inn a tutti gli animali che non hanno voce e che ogni singolo istante soffrono e muoiono.



Allora cosa aspettate? Prenotate in questo Bed & Breakfast, aiutatelo a crescere e che sia di esempio a chi vuole seguire l'esempio di regalare luoghi d'amore e natura ad ogni essere vivente. Grazie di cuore a voi che avete creato questo luogo.

Sito: http://www.veganinn.it/

Informazioni sul Vegan Inn: 

Via delle Vongole 22
Fiumicino/Roma
00054
Tel: +39 3409937538 / +39 3926878184
Email: veganinnairport@yahoo.it



0 Commenti

Libri Veg: Cani Vegetariani la prima guida in italia

Riporto l'articolo completo preso dal sito:http://www.ilcambiamento.it


Il manuale "Cani vegetariani verso un mondo senza sfruttamento" scritto da Verona Rebow e Jonathan Dune, edito da Impronte di Luce, affronta con molta semplicità l'alimentazione dei cani priva dello sfruttamento di altri animali. La prefazione della versione originale è di Todd Metcalf, un medico veterinario olistico con più di 25 anni di esperienza nella medicina veterinaria tradizionale e più di 12 nella medicina naturale, tra cui agopuntura e osteopatia, il quale “consiglia questo libro a chiunque sia interessato a nutrire i propri cani con una dieta vegetariana quale espressione di amore e di cura per loro, per tutti gli animali e per il pianeta”. Il testo nasce infatti principalmente per soddisfare le persone che hanno già fatto della scelta vegan il proprio stile di vita - soprattutto per motivi etici -, che cercano continuamente chiarimenti su come destreggiarsi per applicare le proprie scelte alimentari nella 'prescrizione' di una dieta priva di proteine animali al proprio cane. La prima remora di coloro che vorrebbero approcciare a tale dieta, è il timore che possa non essere bilanciata e quindi danneggiare la salute del loro amico. La guida dimostra - attraverso test condotti dalla Association of American Feed Control Officials (AAFCO) su cani adulti e in crescita alimentati con cibo vegetariano commercializzato da una nota azienda e consigliato anche da numerose cliniche veterinarie - che tale dieta ha soddisfatto tutti i requisiti della AAFCO così come qualsiasi altro alimento contenente proteine animali.

Per chi non conoscesse la AAFCO è importante sapere che “è un'associazione volontaria di agenzie locali, statali e federali incaricate dalla legge di regolamentare la vendita e la distribuzione degli alimenti e dei rimedi farmacologi per animali”. E ovviamente anche la dieta presentata dai due autori è stata verificata dai funzionari, sempre attraverso test, con un'unica eccezione: la modalità di svolgimento; invece di applicare la dieta a cani detenuti in gabbie di laboratori asettici in cui le condizioni di vita sono assolutamente innaturali, Verona e Jonathan hanno nutrito e nutrono da ben dieci anni con cibo vegetariano i cani abbandonati - di diverse fasce d'età - di cui si sono presi cura, accogliendoli amorevolmente nella propria casa. Verona Rebow, oltre che un’attivista per i diritti degli animali, è anche un'artista professionista e ha piacevolmente illustrato il libro con meravigliosi ritratti dei loro cani; quando lo leggerete, guardando il disegno di ogni cane e la breve presentazione regalata quasi come un 'omaggio' ad ognuno di loro, vi sembrerà di conoscerli ed empatizzerete immediatamente con le loro storie, riconoscendo in almeno una di loro la storia del cane che avete salvato o raccolto o fatto adottare. La seconda remora, anche diffusa tra coloro che hanno già deciso di vivere la propria vita evitando qualsiasi tipo di sfruttamento animale, è il controverso quesito: “È giusto o naturale decidere di eliminare dalla dieta dei nostri cani la carne?”. Naturalmente, tutti di primo acchito, risponderemmo con un 'no' secco; ma fermiamoci a riflettere! Dopo 60.000 anni di convivenza tra le due specie - uomo e cane - questi ultimi da carnivori puri si sono trasformati in onnivori; la confermazione dell'apparato digerente e la dentatura testimoniano quanto appena affermato, dunque, non è impensabile nutrire il cane con una alimentazione vegana. E soprattutto cosa c'è di 'naturale' nei cani che vivono a stretto contatto con l'uomo? Cosa c'è di naturale nel cibo secco o umido industriale che per praticità e superficialità somministriamo ai nostri cani? Nei prodotti in commercio, anche quelli di marche prestigiose e consigliate dalla maggior parte dei medici veterinari, troviamo scarti di carne molto grassa definiti “non adatti all'alimentazione umana”, pieni di ormoni, antibiotici, composti chimici che risultano essere dannosi per ogni organismo di qualsiasi specie. Gli autori, dunque, affrontano nel loro libro anche le motivazioni etiche di una scelta vegana per gli animali d'affezione. Infine Verona, tenendo sempre a mente i principi base della nutrizione, riportando una lista di prodotti vegetariani e vegani disponibili in commercio e spiegando i pro e i contro degli integratori e 'altri extra', ci regala una serie di succulente ricette per i nostri amici fatte di tante verdure, legumi e cereali. Per il momento noi (io come cuoca e Ulisse in qualità di assaggiatore) abbiamo provato lo snack a base di frumento integrale di cui Ulisse sembra essere particolarmente ghiotto. Credo che lo preparerò ancora e spesso al mio dolce compagno di vita che mi 'sopporta' da circa 10 anni.




0 Commenti

L'angolo Veg: Picnic fast-food vegan e crueltyfree a Buonos Aires

Click to zoom
Click to zoom

Trovare un posto economico dove mangiare del buon cibo vegan non è sempre un compito facile, soprattutto se ci si trova in una città così famosa per la sua carne, e in cui il suo consumo è così radicato, come Buenos Aires. Ma Picnic, il primo vegan fast food aperto nella capitale argentina, dimostra che in tutti i Paesi è possibile promuovere scelte alimentari più sane e crueltyfree.

Di proprietà di una coppia argentino-svedese, Picnic ha aperto i battenti solo pochi mesi fa, ma ha già accolto migliaia di affamati amanti del veggie, che hanno potuto gustarsi insalate colorate, hummus, falafel, erba di grano, oppure muffin e torte vegan accompagnate da latte di mandorla con caffè. Tutto a prezzi irrisori, visto che Picnic è un fast-food, e realizzato in loco con ingredienti freschi e locali.

 

Click to zoom
Click to zoom

Con i suoi tre piani, questa versione sana e veg di McDonald può ospitare fino a 120 clienti, anche se la maggior parte delle persone che lo frequentano preferiscono il take away per le loro pause pranzo. E poi lo spazio interno è decorato con un sacco di elementi simpatici e stravaganti, che danno al locale un atmosfera accogliente e familiare, illuminato da grandi finestre ed eco-lampade realizzate in vimini e materiali biodegradabili. L'insegna realizzata con edera che segna la sua porta d'ingresso, insieme ai tessuti biologici dell'arredo, alle tante piante che lo decorano e alle luci a basso consumo energetico, fa di Picnic un locale verde come il menu che propone. Il veg fast-food d'oltreoceano, inoltre, organizza periodicamente corsi di eco-design fiere e workshop di giardinaggio organico. Insomma, il nome, il cibo, il posto, tutto nel veg fast food di Buenos Aires è pensato per la causa animalista e ambientalista. Non resta che augurare a Picnic di fare un grosso successo e, magari, di diventare presto una catena internazionale.

 

 



Link Originale: http://www.greenme.it/



1 Commenti

Giappone: Citta' Giapponese devastata da un Tornado

Oltre ai suoi abituali terremoti, tsunami, eruzioni, tempeste, inondazioni, il Giappone ha subito un tornado particolarmente dannoso, devastando la città di Tsukuba.

Il tornado ha colpito la città di Tsukuba nella prefettura di Ibaraki, causando la morte di un ragazzo di 14 anni e almeno 40 resident feriti.

Il tornado ha danneggiato e distrutti 780 edifici, insieme a innumerevoli veicoli, nonché lasciando gran parte della prefettura senza potere.

L'Agenzia meteorologica giapponese ha registrato una media di 13 tornado all'anno in Giappone nel corso degli ultimi decenni (rispetto a 1.000 di un anno negli Stati Uniti), ma la loro dimensione e l'intensità è di solito solo una frazione di quelli visti in Nord America, e raramente colpisce le città.

 

Comunque vi lascio alle foto:

 

 





2 Commenti

Film Giapponesi: Quill La vita di un cane guida

Quill (クイール Kuīru?) è un film giapponese, strutturato come un documentario di un cane guida, uscito in Giappone il 13 marzo 2004 e il DVD il 25 settembre 2004. E 'stato rilasciato anche per il 2004 Toronto International Film Festival in Canada il 17 settembre 2004. Quill è diretto da Yoichi Sai e adattato dal romanzo originale The Life of Quill, the Seeing-Eye Dog (盲導犬 クイール の 一生 Mōdōken Kuīru Issho no?) di Ryohei Akimoto e Kengo Ishiguro, basato su una storia vera. Prima del rilascio di questo film, NHK ha prodotto un adattamento sceneggiato televisivo del romanzo, che andò in onda dal 16 giugno al 28 luglio 2003.

Trama

Un giorno a Tokyo, un cucciolo giallo di Labrador Retriever nasce tra una cucciolata di cinque. Questo cucciolo è unico, in cui ha un marchio a forma di uccello sul fianco sinistro. A seguito di un test, viene selezionato per diventare un cane guida, cosi subisce la prima separazione. Dopo essere stato raccolto dall' addestratore di cani Satoru Tawada, il cucciolo è volato a Kyoto per vivere con Isamu e Mitsuko Nii, una coppia di sposi, le persone che allevano i cani guida per un anno. Poi il nome assegnato "Quill", dopo aver scoperto la parola in un dizionario inglese-giapponese. Appena Quill raggiunge l'età di un anno, è restituito a Tawada per sottoporsi ad un addestramento da cane guida, questa diventa la sua seconda separazione. In un primo momento, Quill ha difficoltà di apprendimento delle competenze di base, ma un giorno, mentre tende a un altro cane, Tawada si accorge che Quill è eccellente nell' attesa, una caratteristica importante in un cane guida.

Durante l'addestramento, Quill viene consegnato a Mitsuru Watanabe, un giornalista non vedente che ha fatto affidamento su di un bastone bianco dopo aver perso la vista. Watanabe, in un primo momento, è scettico sull'utilizzo di un cane guida, ma dopo aver camminato con Quill per la prima volta, si rende conto che può viaggiare più veloce e sicuro con il cane. Watanabe subisce quindi la formazione per lavorare con Quill, la maggior parte della formazione implica la conoscenza delle lingua inglese comandi, in modo da non confondere Quill quando le altre persone intorno a lui parlano in giapponese. Quill fallisce l'esame finale dopo non aver ascoltato gli avvisi sugli ostacoli, ma cominciano a lavorare in modo più coeso per Watanabe per ottenere la licenza per cane guida del proprietario. Quill va a vivere con la famiglia Watanabe e lavora con il suo padrone per due anni. Poi un giorno, Watanabe si limita in ospedale quando il suo diabete arriva al peggio, con conseguente insufficienza renale. Quill viene restituito al centro di formazione, dove lavora come un cane dimostrazione per due anni prima di ricongiungersi con Watanabe. La loro passeggiata, però, è l'ultima, perchè Watanabe muore pochi giorni dopo. Terza separazione per Quill dopo esser stato presente al funerale di Watanabe.

Quill non funziona più come un cane guida, invece, diventa il cane dimostrazione del centro, per sette anni prima che si riunisce con la famiglia Nii. Vive una vita felice e tranquilla per un anno, ma un giorno, mentre giocava in cortile, lui cade e si rompe parecchie ossa. Guardano Quill morire per tutta la notte, poi la coppia lo ringraziano dicendogli di dire a quelli che sono in cielo chi è. Quill muore all'età di 12 anni e 25 giorni.

 

Sono rimasto commosso dalla storia, spero di vederlo anche in italia o almeno di leggere il romanzo.

 

 





0 Commenti

Giappone: Navigatore Auto di Evangelion Nerv

I fans di Evangelion proprietari di un' automobile non si accontentano di aver solo un telefono della NERV possono aumentare le proprie abilità di guida con l' Evangelion Portable Navicompletamente doppiato con le voci dei personaggi di Neon Genesis Evangelion. Non solo il dispositivo vanta istruzioni vocali espresse da seiyuu come: Megumi Hayashibara (Rei) e Megumi Ogata (Shinji), vanta anche i font in stile Evangelion e grafici, e apparizioni dai personaggi in questione. Per i veri sconsiderati, può anche far vedere TV e film, chissà quante altre funzioni abbia un tale dispositivo.
 
 

Galleria Immagini



L' Evangelion Portable Navi (o "NERV sistema di navigazione GPS" in inglese) sarà rilasciato il 20 aprile per 39.800¥, esclusivamente tramite il negozio Evangelion.



0 Commenti

Fast Food Giappone: Mos Burger dolci, ciambelle e panini vegetariani

Ad Aprile a Tokyo, aprirà un nuovo Fast Food che metterà insieme hamburger e dolci molto raffinati come le famose Donut (ciambelle). Tokyo Ebisu, quartiere molto conosciuto della capitale giapponese e vicino a Shibuya sta per arrivare MOSDO nasce dall' unione di Mos Burger e Mister Donut. La prima è società molto famosa in Asia per i suoi caffé, bar e fast food diffusi a TaiwanHong KongSingapore ed Australia. In Giappone ci sono molti negozi, dal fast food classico al coffee break più elegante. Mister Donut è invece una società specializzata nei dolci, brioches, ed tante altre prelibatezze. 

Il nuovo negozio che nascerà a Tokyo Ebisu sarà una fusione tra fastfood e negozio di dolci. Ma non mancherà quello che manca a tutti i Fast Food del mondo, un menù Vegetariano. E' previsto un menu speciale con verdure, panini vegetali e si potrà scegliere il tipo di pane. Enjoying vegetables with sandwiches è il motto di MOSDO.

La cosa più importante tutte le verdure saranno di cooperative Giapponesi che non utilizzano prodotti chimici sulle piante quindi saranno prodoppo Biologici. Mister Donut, invece, ha pronto un menu nuovo con dolci appena creati e con il motto Richness in sweets that can't be made at home. Un esempio è la Hot Thick Pancake e un panino di pasta sfoglia dolce di fragole e delizie turca.

Il negozio sarà vicino alla stazione JR Ebisu. Se passate per Tokyo è consigliatissimo da provare! Altro che Mc Donald, questi si che sono FastFodd per tutti e per chi, come me, ha deciso di non nutrirsi di carne è una buona speranza!


Galleria



Link Mos Burger: www.mos.co.jp/



2 Commenti

Elizabeth Arden: Green Tea Cherry Blossom Eau de Toilette, l'hanami in un profumo

Elizabeth Arden lancia sul mercato Green Tea Cherry Blossom Eau de Toilette, il nuovo profumo dedicaoa alla fioritura primaverile giapponese dei ciliegi. Una delicata mistura di profumazioni per indossare sulla pelle la freschezza tipica della nuova stagione in fiore. Il profumo presenta una componente agrumata sferzata dalla freschezza delle foglie di tè verde, e dalla femminile presenza dei petali di ciliegio. La fioritura dei ciliegi è una festa rituale importante che in Giappone viene celebrata con l’Hanami, una celebrazione dalle origini antiche che arriva dal lontano periodo Heian (794-1183 d.C.). Elizabeth Arden ha voluto tributare un omaggio a questo evento così delicato creando Green Tea Cherry Blossom Eau de Toilette.

Un’essenza delicata che imperla di aria fresca la pelle del corpo: un tocco di bergamotto e limone meyer, ammorbiditi dalla mandorla dolce e dalla peonia cinese mescolato con betulla bianca e muschio. Sono molteplici gli ingredienti che rendono unico questo profumo innovativo e fragrante ai petali di ciliegio. Il lancio sul mercato è previsto per aprile 2012 al prezzo di 30 euro. Il flacone è rosa con fiori bianchi stilizzati, mentre la confezione in cartone giallo chiaro è impreziosita da un ramage di ciliegi in fiore e dalla foglia simbolo della casa Arden.

 





0 Commenti

Immagini Giappone: Buon inizio di primavera

Finalmente è entrata la primavera, la mia stagione preferita, per augurarvi un buon inizio di primavera ho deciso di lasciarvi qualche immagine dal Giappone che raffigura l'esplosione della natura ed i ciliegi giapponesi in tutta la loro splendezza!

Alla prossima per augurarvi un buon Hanami.




0 Commenti

L'angolo Veg: presenta il sito e associazione iVegan.it

Salve a tutti, Vegani, Vegetariani o Onnivori! Non abbiamo preferenze noi amiamo tutti :D

Oggi vi volevo segnalare un sito molto utile sia per chi non riuscisse a trovare ingredienti naturali e non di derivazione animale, o per quella persona che vuole solo provare qualcosa di nuovo della "solita carne" o pesce.

iVegan.it è un'associazione culturale e nel loro sito potrete sia visitare lo Shop Online che il sito dell'associazione per essere informati su iniziative o per conoscere quel che succede nei prodotti che comprate nei supermercati, perchè conoscere ciò che immettiamo nel nostro corpo è importante e se siete amanti della natura, degli animali, del prossimo e della Terra allora siete nel posto giusto! Non mancano nemmeno le ricette con i prodotti che loro vendono e comunque tutte con ingredienti adatti a un vegano.

 

Ps: Se volete andare direttamente alle ricette, allora cliccate Qui.


Link al sito:  http://www.ivegan.it/



1 Commenti

Giappone: Hatsune Miku famosa pop star vocaloid dice addio alle scene

Per chi non conoscesse la pop star virtuale Hatsune Miku del Vocaloid, scriverò una breve spiegazione di cosa sia o meglio di chi si tratta.

Miku Hatsune è un personaggio immaginario sviluppato dalla Crypton Future Media lanciato inizialmente come mascotte e primo applicativo del programma Vocaloid. In questa fase Miku era uno dei vari personaggi selezionabili per dare la voce al sintetizzatore Vocaloid. Il suo nome è il risultato ottenuto dall'unione di Hatsu ( primo,) Ne (suono), e Miku (futuro), che può essere tradotto come Prima voce del futuro. La sua voce è stata ottenuta campionando quella della cantante giapponese Saki Fujita. Successivamente Hatsune Miku è diventata protagonista di vari manga, anime e videogiochi.

 

Dopo alcuni anni di enormi successi Hatsune Miku ha deciso di ritirarsi dalle scene e per salutare il suo pubblico ha organizzato quattro grandi concerti al Tokyo Dome City Hall. I biglietti sono andati esauriti in poche ore e per accontentare le migliaia di fan i concerti vengono trasmessi in diretta anche in moltissime sale cinematografiche anche ad Hong Kong, Taiwan, Shanghai. Le canzoni della star virtuale non hanno autori precisi, sono frutto della creatività del pubblico che la segue, e che utilizzano il software della Crypton per creare brani che poi la voce sintetizzata esegue. Le più gradite alla comunità dei fan entrano nel repertorio della cantante virtuale, che così non sbaglia mai un colpo, non pubblica mai un singolo che non sia "perfetto" per i suoi ascoltatori. Arduo, per un musicista giapponese reale, superare una simile macchina infernale, riuscire a battere il meccanismo che mette insieme Internet, computer, musica e, come accadrà per l'ultima volta domani, addirittura dei "concerti". Già, ma chi sale in scena al Tokio Dome?

Nessuno, è ovvio. Sul palco viene proiettata un'immagine tridimensionale della cantante, disegnata al computer e in grado non solo di cantare, ovviamente, ma anche di ballare, tra l'entusiasmo generale del pubblico. Hatsune non è, però, una diva dai contorni umani, la sua immagine è quella di un manga, le sue fattezze sono quelle dei fumetti, degli "anime", alla Crypton Future Media non hanno neanche immaginato di portare in scena un personaggio che fosse troppo "umano": "Per noi l'obiettivo era quello di coinvolgere il pubblico, sono loro ad essere le star in realtà, le canzoni che Hatsune canta sono scritte, scelte, amate dal pubblico, che sa che lei è soltanto uno strumento, una sorta di rappresentazione di una collettività...".  

Galleria Fotografica



Il video del concerto



Gia' immagino i fan disperati che si strappano i capelli, per poi diventar fan di altre nuove forme di vita tecnologicamente virtuali! :)


0 Commenti

Giappone Top 10: Dei modi per perdere il proprio partner in amore

Uomini e donne giapponesi sono stati interrogati su i motivi principali delle loro relazioni amorose e quali sarebbero i motivi per i quali lascerebbero il proprio amore.

Comunque apparte le stranezze dei Giapponesi e le loro Top10 qui a destra ci sono i risultati.

Buona lettura!

Top 10 :

1. Sei troppo restrittivo.

2. Diventi freddo se sono contro le tue idee.

3. Cerchi di inculcarmi i tuoi valori.

4. Ti concentri troppo sulle frivolezze.

5. Non ascolti il tuo partner.

6. Ti stanchi presto della sua personalita'.

7. Sei sempre negativo nel dare loro dei giudizi.

8. I vostri alti e bassi sono estremi.

9. Esprimi la tua gratitutine in modi sciocchi.

10. Esci con lei/lui nonostante non ti piaccia realmente.

 

Altri risultati meno votati sono stati:

“Fingere amicizia”, "essere troppo occupato nei tuoi hobby”, “non chiamare”,“non spendere troppo tempo insieme” e “passare tutto il tempo con gli amici dello stesso sesso”.

 





0 Commenti

Giappone: Fukushima oggi il ricordo dopo un anno dal terremoto e lo tsunami

L'11 marzo scorso il Giappone fu investito da un terribile terremoto e dallo tsunami conseguente. I morti accertati furono 15.846, 3.317 i dispersi e 6.011 i feriti. Poi ci furono le conseguenze dei danni alle centrali nucleari, in testa Fukushima. Per il Giappone è stato un anno orribile. I dodici mesi seguiti al’11 marzo 2011, 14.45 locali, quando si produsse nel Pacifico un devastante terremoto con conseguente tsunami che spazzò via la costa nord-orientale nipponica, sono stati difficili, pesanti, anche per l’incertezza prodotta dall’evoluzione del più duraturo dei danni collaterali del sisma/maremoto: l’incidente nucleare di Fukushima.

Il Giappone si è fermato alle ore 14.46 locali (le 6.46 in Italia) in un minuto di silenzio e di emozione nazionale, a un anno dalla triplice catastrofe dell’11 marzo 2011: il terremoto di magnitudo 9, il devastante tsunami e la crisi nucleare di Fukushima, la peggiore da Cernobyl. L’imperatore Akihito, con la consorte Michiko, partecipa alla cerimonia ufficiale voluta dal governo presso il Teatro Nazionale di Tokyo, cui è presente il premier Yoshihiko Noda con il suo esecutivo.

 

 





0 Commenti

Feste Giapponesi: Hinamatsuri la festa delle bambole

Siamo nel mese di Marzo e in Giappone il 3 di questo mese viene celebrato un Matsuri (festa), L' Hinamatsuri cioè la festa delle bambole, è la festa delle bambine. E' un giorno per il quale si prega per la  buona crescita e augurare tanta felicità a queste ragazze. Mentre il 5 maggio si festeggia il Kodomo no Hi (festa dei bambini) ed è considerato un giorno festivo, l'hinamatsuri resta un giorno lavorativo. Tante famiglie giapponesi usano esporre in mostra delle bambole chiamate "Hina" (Hinaningyou) che solitamente vengono disposte su cinque o sette piani (Hinadan) ricoperto da un tappetino rosso chiamato "Mousen". Come si può vedere sotto all'articolo le bambole sono raffigurate cosi:

  • In cima l'imperatore Obina e l'imperatirce Mebina con ai lati due lampade chiamate Bonbori.
  • Sotto ci sono tre cortigiane Sannin-Janjyo.
  • Ancora sotto si trovano cinque musicisti Gonin-Bayashi.
  • Poi i due ministri di corte Udaijin e Sadaijin (più anziano).
  • Poi si trovano i tre servi Shi-Cho al piano più basso.
  • Abbiamo anche due alberi uno di mandaranci Ukon No Tachibana e di ciliegio Sakon No Sakura.

 Alla fine vengono messi piccoli oggetti di uso giornaliero che venivano usati nell'aristocrazia del periodo Heian ad esempio:

specchi, cesti del cucito, oggetti per la cerimonia del tè ecc... Le bambole sono tutte vestite in abiti di corte del periodo Heian (794-1192). La superstizione dice che se le bambole non vengono messe da parte subito dopo il tre marzo, la bambina si sposerà tardi. 

 

La bevanda tradizionale è il Amazake, un tipo di sake dolce e non alcolico derivato dal riso fermentato. Usato viene anche l'arare, dei cracker saporiti con salsa di soia. I Hishimochi (quelli offerti alle bambole raffiguranti i due ministri di corte) sono dei dolci speciali per il Hinamatsuri costituiti da tre strati colorati di mochi (verde in fondo, bianco al centro e rosa in cima). Alcuni affermano che il rosa (o rosso) significa l'allontanamento dei cattivi spiriti, il bianco sta per purezza e il verde per la buona salute. Altri invece affermano che i colori raffigurano uno scenario primaverile quando l'erba verde comincia a crescere sotto la neve mentre i fiori rosa dei peschi cominciano a fiorire.

 

Galleria



Le Bambole inserite

Obina (Imperatore)
Obina (Imperatore)
Mebina (Imperatrice)
Mebina (Imperatrice)

Nagae no choushi (tiene il mestolo per il Sakè)
Nagae no choushi (tiene il mestolo per il Sakè)
Sanpou (tiene la coppa per il Sakè)
Sanpou (tiene la coppa per il Sakè)
Kuwae no choushi (tiene la teiera del Sakè)
Kuwae no choushi (tiene la teiera del Sakè)

Fue (suona il flauto)
Fue (suona il flauto)
Kozutsumi (suona il tamburello)
Kozutsumi (suona il tamburello)
Ookawa (suona il tamburo grande)
Ookawa (suona il tamburo grande)
Taiko (Suona il tamburo)
Taiko (Suona il tamburo)
Utaikata (cantante)
Utaikata (cantante)

Ukon no tachibana (albero di mandarino)
Ukon no tachibana (albero di mandarino)
Sadaijin (altro ministro)
Sadaijin (altro ministro)
Udaijin (il ministro)
Udaijin (il ministro)
Sakon no sakura (albero di ciliegio)
Sakon no sakura (albero di ciliegio)


C'è anche una canzone per l'Hinamatsuri:


Akari o tsukemashou bonbori ni

明かりをつけましょう ぼんぼりに

Ohana o agemashou momo no hana

お花をあげましょう 桃の花

Go-nin bayashi no fue taiko

五人ばやしの 笛太鼓

Kyo wa tanoshii Hinamatsuri

今日は楽しいひな祭り

 

Facciamo luce con le lampade 
Facciamo fiorire i fiori di pesco 
I cinque musicisti di corte suonano il flauto e il tamburo 
Oggi è una bella Hinamatsuri.






2 Commenti

Foto Racconti: Giappone Dimenticato

Per le persone che, come me, amano e sono affascinate dal suggestivo Giappone, sono abituati a vedere immagini fantastiche di posti magnifici  o luoghi incantati.

Ma anche loro come ogni paese, si trovano con qualche posto in degrado o abbandonato, che a volte è anche bello trovarsi dispersi in tanto verde e cercare di ricostruire quel che può essere successo e il perchè sono stati abbandonati certi luoghi. Quindi lascio una sfilata di immagini che catturano questi posti di un Giappone abbandonato.





0 Commenti

Giappone: Ecco il manga di Harry Potter!

Eh si, anche i Giapponesi hanno avuto la febbre di Hogwarts, perchè dopo 7 libri e 8 film, montagne di fan fiction videogiochi a go go sia per console che online (vedi:http://www.pottermore.com/), l'artista Nakagawa ha trasportato delle tavole con i personaggi disegnati in stile Manga, se poi uscirà mai un manga o un'anime non si sà ancora resta il fatto che l'artista sa il fatto suo.

Sono davvero belle (secondo il mio parere) ansi anche i personaggi che sono bruttini nel film li ha fatti sembrare dei figoni da paura Potter compreso :D.

I tanti appassionati della saga di Harry Potter chissà cosa pensano di questo, sareste felici se uscisse un manga o anime o la cosa vi infastidisce perchè siete amanti della carta da leggere con tante belle parole (parlo di libri)? 

A Voi la parola, vi lascio con Bidibi Bodibi Bu!

 

 

Fai click sull'immagine per ingrandirla

Clicca per ingrandirla
Clicca per ingrandirla




0 Commenti

Giappone: I nominati al Premio Culturale Osamu Tezuka 2012

L’Asahi Shimbun, uno dei principali quotidiani giapponesi, ha annunciato i nomi dei sei titoli manga nominati per l’annuale Premio Culturale Osamu Tezuka.

Il riconoscimento vuole commemorare il contributo del dio dei manga (Manga no Kamisama) Osamu Tezuka, autore di Astro Boy, Kimba il leone bianco, Black Jack, La Principessa Zaffiro e molte altre serie di successo, premiando quei titoli che meglio hanno dimostrato di poter seguire la tradizione del maestro.

 

La commissione incaricata quest’anno della selezione delle opere tra i manga pubblicati nel 2011, da Gennaio a Dicembre, include Go Nagai, storico autore di opere come Mazinga, Ufo Robot Goldrake, Jeeg robot d’acciaio eDevilmanKeiko Takemiya, autrice di Il poema del vento e degli alberi, e la scrittrice Astuko Asano, l’editor di manga Haruyuki Nakano e la professoressa presso la Kyoto Seika University Jaqueline Berndt.

Il nome originale del Premio Culturale Osamu Tezuka, nato nel 1971, era Premio biennale Osamu Tezuka. Lo sponsorizzava la Shueisha Publishing, per la sua testata Weekly Shonen Jump, e premiava gli esordienti più promettenti. Nel 1995 il premio si è trasformato nel Premio Tezuka, strutturato in diverse categorie che comprendevano manga, comics, anime, cartoons e anche opere dei fan, e veniva conferito durante la Convention AnimEast.

Dal 1997 ha assunto la sua forma e il suo nome attuali, come Premio Culturale Osamu Tezuka e la cerimonia di premiazione viene allestita dallo stesso Asahi Shimbun, responsabile anche dei finanziamenti. Le categorie premiate sono quattro: Comics Gran Prize, per il miglior manga, New Artist Prize, istituito nel 2003 per premiare il miglior esordiente, Short Work Prize, per la migliore storia breve, e uno Special Prize, conferito per meriti speciali nel mondo dei manga.

Il premio consiste in una coccarda, una statuetta la cui forma richiama quella di Astro Boy e un assegno da 2.000.000 di yen (pari a circa 19.900 euro) per il miglior manga e 1.000.000 yen per le altre categorie.

I vincitori saranno annunciati quest’anno per la fine di aprile e la cerimonia di premiazione è prevista per il 25 Maggio.

 

 


1
1

1 Il Manga di Mikio Igarashi pubblicato dalla Shogakukan. Il primo volume è stato pubblicato a Luglio del 2011.

Ano Hi Kara no Manga
Ano Hi Kara no Manga

Ano Hi Kara no Manga di Kotobuki Shiriagari pubblicato dalla Enterbrain. Il primo volume è stato pubblicato a Luglio del 2011.

March comes in like a lion
March comes in like a lion

March comes in like a lion di Chica Umino pubblicato dalla Hakusensha. Il settimo volume è stato pubblicato a Luglio del 2011.

Attack on Titan
Attack on Titan

Attack on Titan (Shingeki no Kyojin) di Hajime Isayama edito dalla Kodansha. Il sesto volume è stato pubblicato a Dicembre del 2011.

Chihayafuru
Chihayafuru

Chihayafuru di Yuki Suetsugu edito dalla Kodansha. Il quindicesimo volume è stato pubblicato a Dicembre del 2011.

Historie
Historie

Historie  di Hitoshi Iwaaki edito dalla Kodansha. Il settimo volume è stato pubblicato a Novembre del 2011.


Vedremo chi vincera'!

Fonte: http://www.komixjam.it



0 Commenti

Giappone: Le auto Itasha degli otaku inguidabili

Gli estremi di devozione con cui alcuni otaku hanno decorato la loro preziosa itasha (auto personalizzate con personaggi di anime e videogame) sono recentemente caduti sotto esame critico per gli effetti deleteri che possono esercitare sul livello di concentrazione e capacità di guida dei "fortunati possessor"i, per non parlare degli altri automobilisti distratti a guardare queste auto...

Alcuni degli esempi più estremi sono presenti nella Gallery in questo articolo, come possano guidare in certe condizioni dentro l'abitacolo non si capisce, (le bambole e dakimakura sono presumibilmente per lo spettacolo, personaggi moe e hentai che oscurano i vetri non si sappia quanta visibilita' lascino), ma se tante persone fanno questo alle auto, vorrà dire che sarà legale in Giappone...

 



Gallery


A voi quali piacciono? E cosa ne pensate?



1 Commenti

Live Action: Il manga Thermae Romae diventa un live action

 

Il manga seinen Thermae Romae, di Mari Yamazaki sta ottenendo successo in Giappone ed il prossimo 28 Aprile 2012 uscira' il Live Action,questo per ora solo nel sol levante. 

 

La mangaka con questo strano seinen storico ci trasporta nell'impero Romano dove il protagonista, Lucius (un architetto dell'antica Roma), durante l'impero di Adriano costruisce terme e bagni pubblici, ma all'improvviso mentre fa un bagno si ritrova nel Giappone dei giorni nostri. Farà avanti e dietro tra antica roma e giappone moderno viaggiando "sott'acqua", la passione per i Giapponesi per le terme e i bagni pubblici li accumuna ai nostri Antichi Romani. Il nostro Lucius scoprirà nuove tecnologie e rimedi da utilizzare nel suo tempo per poter costruire terme romane a signori importanti della sua epoca.

 

 

Sperando che il Live Action che uscirà al cinema giapponese sia all'altezza del manga, vi lascio con le immagini a destra e alla fine dell'articolo il teaser del film.

Gallery




Sito ufficiale: http://thermae-romae.jp/index.html

Allora come vi sembra?



1 Commenti

L'angolo Veg: Corsi di cucina Vegan a Torino

Il mio carissimo Cugino, mi ha segnalato dei corsi di cucina Vegana nella città di Torino. Buona lettura a tutti :)

Corso di cucina vegan: "Lezione di cucina per vegani senza tempo"

Data: 07 aprile 2012

Orario: 14:30

Città: Torino

 

Luogo: circolo "Naturalmente veg" (ex circolo dei Buongustai)

corso Casale 204/L.

 10 ricette da 10 minuti l'una, con l'autrice del libro "La dieta di Eva", appena uscito per le Edizioni Cosmopolis.

 

Un'introduzione alla cucina vegan, con ingredienti semplici, e poi la dimostrazione in diretta di 10 ricette, facili e veloci, che non necessitano di cottura ma solo di un tritatutto! A seguire, spazio per le domande del pubblico, e tavolo informativo con materiali e libri. Durante l'evento sara' possibile acquistare il libro di cucina vegan con un taglio crudista-fruttariano "La Dieta di Eva" con uno sconto del 10% sul prezzo di copertina. L'evento è organizzato da AgireOra Edizioni: tutto il ricavato, al netto del costo di noleggio della sala e degli ingredienti, andrà a sostenere le campagne informative sulla scelta vegan di AgireOra.

 In caso di mancata partecipazione, per qualsiasi motivo, la quota d'iscrizione pagata dà diritto a un buono acquisto di pari importo sul catalogo on-line di AgireOra Edizioni

 

Durata: 2 ore

 PROGRAMMA

 

14.15 - 14.30 arrivo dei partecipanti

14.30 - 15.00 Introduzione: informazioni pratiche sull'alimentazione vegaa più semplice.

15.00 - 16.30 Dimostrazione pratica di 10 ricette veloci: verranno mostrati e spiegati tutti i passaggi per preparare i seguenti piatti (gli iscritti potranno vedere da vicino tutte le fasi delle ricette e chiedere chiarimenti in ogni momento):

veganformaggio spalmabile di anacardi; frullato irlandese; baci di eva (praline dolci); pesto alle noci (per panini o pasta); marmellata viva; falafel (poplette di ceci); veganella (simil-nutella vegan); dattorade (bevanda energetica a base di datteri); hummus (pate' di ceci); "spaghetti" di zucchine.

16.30 - 17.00 Tavolo informativo.

 

Il corso è a numero chiuso (30 persone). Se il numero di richieste sara' superiore, si effettueranno 2 edizioni del corso lo stesso giorno, una di seguito all'altra.

 

L'autrice: animalista, insegnante di cucina vegana e appassionata di nutrizione, tiene delle seguitissime lezioni di cucina vegana e fruttariana. Promuove il ritorno alla frugalità in cucina e a un'alimentazione vegetale basata sulla frutta. Attraverso le sue conoscenze, il suo approccio pragmatico, un entusiasmo contagioso e un linguaggio semplice, ha ispirato molte persone a cambiare alimentazione.

 

Costo: 15.00 € per chi si iscrive ed effettua il pagamento entro il 15 marzo 2012; 20.00 € per chi effettua il pagamento dopo.

 

Per iscriversi andare al loro sito: http://www.agireoraedizioni.org/corsi-cucina-vegan/cucina-veloce/iscrizione/

 

Corso di cucina vegan: "Autoproduzione di seitan, tofu e formaggi vegetali"

Data: 11 marzo 2012

Orario: 15:00

Città: Torino

 

Luogo: c/o la sala didattica di Eataly, via Nizza 230 int. 14.

Una domenica pomeriggio per imparare a produrre il seitan dalla farina di frumento, il tofu e altri formaggi vegetali a partire dal latte di soia. Un appassionato di cucina e blogger vegan da anni, Yari Prete, mostrerà come produrre dagli ingredienti base questi cibi tradizionali dei paesi d' Oriente. I partecipanti assisteranno a tutte le fasi della preparazione e potranno porre domande e chiedere chiarimenti; al termine del corso avranno degli assaggi dei cibi preparati durante il pomeriggio. L'evento è organizzato da AgireOra Edizioni: tutto il ricavato, al netto del costo di noleggio della sala e degli ingredienti, andrà a sostenere le campagne informative sulla scelta vegan di AgireOra.

 

Idea regalo

Puoi regalare l'iscrizione a questo corso a chi vuoi tu! Basta che ci fai sapere il nome della persona, ci invii il pagamento, e noi ti manderemo un pdf a colori da stampare: un "buono" valido per la partecipazione al corso, con il nome della persona.

 

Durata: 4 ore + assaggi alla fine

PROGRAMMA

 

15.00 - 15.15 arrivo dei partecipanti

15.15 - 15.30 Introduzione

15.30 - 19.15 Dimostrazione pratica delle ricette: verranno mostrati e spiegati tutti i passaggi per preparare i seguenti alimenti (gli iscritti potranno vedere da vicino tutte le fasi delle preparazioni e chiedere chiarimenti in ogni momento):

1) autoproduzione del tofu;

2) autoproduzione del seitan;

3) come preparare un insaccato di seitan;

4) formaggi vegetali: ricotta di soia, formaggio di anacardi, mozzarella di soia, formaggi di noci/anacardi lattofermentati;

5) per finire, un cheesecake vegan come dessert!

19.15 - 20.00 Assaggi dei piatti preparati e ritiro attestati di partecipazione

 

Relatore: Yari Prete

Vegan in primis per scelta etica, ne apprezza poi gli indubbi vantaggi salutistici, buona forchetta (ma molto sportiva), amante del cinema d'autore, delle lingue e delle chiacchiere in compagnia di nuovi e vecchi amici, difficilmente riesce a disfare completamente le valigie, dato che viaggia di frequente per lavoro e per diletto. La passione per i viaggi si riflette sulla sua cucina, frutto di esperimenti fusion e rielaborazioni in chiave etica e cruelty-free di ricette tradizionali. Gestisce inoltre il blog di cucina www.cucchiaiodilegno.it

 

La partecipazione al corso dà diritto a:

- ricevere il materiale informativo di AgireOra Edizioni;

- ricevere un attestato di partecipazione;

- ricevere le dispense con tutte le ricette spiegate.

 

Il corso è a numero chiuso.

In caso di mancata partecipazione, per qualsiasi motivo, la quota d'iscrizione pagata dà diritto a un buono acquisto di pari importo sul catalogo on-line di AgireOra Edizioni

 

Costo: 35.00 € per chi si iscrive ed effettua il pagamento entro il 29 febbraio 2012; 40.00 € per chi effettua il pagamento dopo.

 

Per iscriversi andare al loro sito: http://www.agireoraedizioni.org/corsi-cucina-vegan/seitan-tofu-formaggi-vegetali/iscrizione/

 



Buon Corso a tutti!

Ti potrebbe interessare anche:

Ricetta Sarmale Veg più ricette varie in Pdf.



2 Commenti

Giappone: Statuetta di Jack Sparrow in oro

Chi non vorrebbe una statua interamente in oro del pirata Jack Sparrow. Ebbene si, il celeberrimo pirata di Hollywood potrà guardare la sua immagine apparire in una collezione di statuette d’oro 24k in edizione limitata di sole tre copie.

Ad avere questa idea sono stati i giapponesi e soprattutto la Kurotani Corporation, una società con sede in Giappone. Il prezioso oggetto, venduto per $ 36.000.000 ¥, ossia 350.000 euro, pesa circa 1,8 chili per una altezza di 26 centimetri.

Se siete dei grandi fan della saga dei Pirati dei Caraibi, potrete sempre provare a volare a vostro rischio e pericolo fino in Giappone e vedere se è rimasta una statuetta .

 




0 Commenti

Fotografi Giapponesi: Tsuneaki Hiramatsu fotografa le lucciole nella notte

Il fotografo giapponese Tsuneaki Hiramatsu, lavorato per 4 anni (dal 2008 al 2011) sul progetto di fotografare le lucciole nella notte con i loro riflessi giallini che tanto incantano i nostri sguardi. 

Da noi ultimamente non è facile ammirarle nei loro voli incantati e grazie a questo fotografo, possiamo assistere a tanto splendore. Per fare queste foro ha usato la tecnica Time Lapse, il risultato sono queste immagini fantastiche che catturano i giochi di luce di questi piccolo insetti volanti. Sono foro scattate in tutto il Giappone e la macchina fotografica usata è una Nikon tramite diverse esposizioni.

Bè che dire??

Grazie Hiramatsu!

 

Ammirate la Galleria di immagini qui sotto!


Gallery




0 Commenti

NetLed: Dal Giappone il sistema che controlla l'illuminazione via internet

NetLED uscirà in Giappone all’inizio di febbraio, è il primo sistema al mondo d' illuminazione a LED che può essere controllato via Internet.

Utilizzando uno smartphone o un PC, le luci possono essere accese o spente individualmente e la luminosità può essere regolata facilmente. La capacità di controllare a distanza il consumo di energia, di fatto, rende l’illuminazione a LED ancora più efficiente. Le luci LED standard contengono un modulo dimmer e un modulo WiFi. Il modulo WiFi prende la forma di un normale dongle USB, in modo che il sistema sarà sempre in grado di utilizzare l’ultima tecnologia wireless.

 

"In questo momento, stiamo offrendo questo tipo di applicazione, ma in futuro, il nostro obiettivo è l’integrazione con le applicazioni aziendali. Ad esempio, in un ristorante, è possibile aumentare l’illuminazione nei pressi di posti che sono occupati, e diminuirla in prossimità delle sedie vuote. In una fabbrica con linee di produzione, si potrebbero accendere solo le linee che si muovono. Quindi, pensiamo che questo sistema potrebbe essere utilizzato in molti modi diversi."

 

 Per utilizzare il sistema NetLED, il cliente ha bisogno delle luci NetLED, un sistema di gateway per la comunicazione WiFi, e un PC o smartphone. Non ci sono ulteriori costi e le caratteristiche di base dell’applicazione sono libere.

 

Gallery



Video



0 Commenti

Bioparco di Roma: Animali in settimana bianca!

Nella giornata di ieri a Roma si sono verificati non pochi disagi per il fattore Neve, ma sembra che gli animali del Bio parco di Roma, si siano divertiti, alcuni infreddoliti ma comunque hanno regalato a noi esseri umani uno spettacolo fantastico. Alcuni di questi animali si sentivano un pò persi, visto che la neve nel loro paese di origine non è mai scesa. Quindi non solo i Romani sono sorpresi di vedere la neve ma anche i nostri amici Animali. Un macaco Giapponese è stato colto sul fatto, mentre creava la sua palla di neve per lanciarla. Altri animali erano incantati mentre guardavano i fiocchi di neve che scendevano sul prato e sulla coda del pavone, che diventava bianca. Anche gli animali, tigri, elefanti, cammelli, bisonti, stanno vivendo un fenomeno piuttosto insolito, con la neve a Roma.

I più curiosi e temerari sono usciti fuori dalle loro tane, per annusare da vicino il soffice manto bianco, ma non è stato cosi per tutti. E proprio affinché la neve non crei danni agli animali, il bioparco è stato chiuso e rimarrà cosi anche domani. Gli animali saranno assistiti da una squadra speciale di guardiani fin quando il tempo non tornerà più stabile. 

 

Gallery





0 Commenti

L'angolo Veg: Ricetta Sarmale Veg e Ricette in Pdf da scaricare


Nasce oggi la rubrica "L'angolo Veg!" dove parlerò di ricette, rimedi e tante altre cose Vegane o Vegetariane. Ebbene si, anche io mi sto incamminando verso questa scelta per ora graduale per difficoltà ovvie, (in famiglia sono onnivori, quindi il supporto totale nella mia scelta non è ben visto), io rispetto comunque le loro scelte, sperando che a loro volta accetteranno quelle che ho intrapreso io. Ora vi lascio a una ricetta che ho avuto il piacere di provare in versione Carnivora nel periodo natalizio, questo grazie alla mia ragazza, la ricetta Veg sono le Sarmale Veg. Un piatto della cucina Rumena revisitato per chi non mangia la carne, (la ricetta originale prevede la carne).


© www.veganblog.it
© www.veganblog.it

Ingredienti: (per 1 / 2 persone):

7 foglie di verza o di vite

1 cipolla

1 cucchiaio di concentrato di pomodoro

1 pugno di riso patna o basmati

1 cucchiaio di paprika dolce

50 g di mopur (carne vegetale, o legumi vari o seidan)

2 cucchiai di aceto bianco

1 trito di prezzemolo

timo, santoreggia, pepe in grani, olio Bio qb, sale qb, acqua.

Ingredienti per la salsa:

panna di soia qb

1 limone

Procedimento:

Sbollentare le foglie di verza in acqua e aceto e un pizzico di sale, scolarle e lasciarle ad asciugare su un panno. Mettere nel tritatutto il mopur, la paprika dolce, il prezzemolo, il sale, la santoreggia, il timo, il pepe in grani (potete anche usare un mix di pepi) e un pochino di olio bio. Affettare una cipolla e farla rosolare in un cucchiaino di olio bio. Aggiungere il riso, il concentrato di pomodoro, e farlo brillare nella cipolla per un paio di minuti.

 




Scarica le ricette Veg in Pdf.

(Le ricette in Pdf sono di proprietà del sito: http://www.veganhome.it)

Download
Ricette Vegan
Copyright Tutti i testi del capitolo 1 sono stati tratti dal sito “VeganHome, La casa dei Vegan” (veganhome.it)
e sono riproducibili a patto che non vengano modificati, citandone la fonte.
Tutte le ricette sono proprietà dei rispettivi autori, e possono essere ripubblicate su altri siti e
materiali informativi vegan/animalisti, solo citando la fonte e il link (VeganHome.it - link alla
versione su web pubblicato all’inizio di ciascuna ricetta)
ricette-vegan-home.pdf
Documento Adobe Acrobat 8.6 MB

Non stampare questo libro.Il libro che stai leggendo viene aggiornato più volte a settimana con l’aggiunta di nuovericette e nei prossimi mesi verranno aggiunte altre novità.Non stamparlo perché sprecheresti enormi quantità di carta per un libro che diventaobsoleto in brevissimo tempo. Ricorda anche che il costo per la stampa casalinga di unlibro può risultare superiore al prezzo di copertina dei libri che trovi in libreria.





1 Commenti

Giappone: Eletta Miss Giappone 2012

E' terminata l’edizione 2012 di Miss Giappone, quest’anno la giuria ha scelto la bella Kiko. La competizione assegna il titolo di miss giappone ogni anno, dopo che le bellezze dell’oriente si sfidano in altre competizioni nazionali, rispettivamente: The miss Japan contest (manifestazione che esiste dal 1950), Miss Universo Giappone (innaugurata per la prima volta nel 1998) e Miss Terra Giappone (competizione del 2001). 

Su un vasto gruppo di 3000 ragazze del sol levante si è aggiudicata il titolo del Gran Prix, Takako Arai detta più affettuosamente Kiko, un fascino tutto orientale e un’eleganza che ricorda la nobiltà giapponese del passato le ha permesso di affascinare i giudici maggiormente rispetto alle altre concorrenti.

Kiko 21 anni di Osaka, ama camminare e fare lunghe passeggiate all’aperto, le piace viaggiare e guardare lo sport, pratica la pallavolo ed è alta 1.74 cm. Vorrebbe trovare posto come figura lavorativa come un modello per essere attivi e produttivi nel mondo, come una persona che si renda utile al benessere di tutti.

Alla cerimonia la sorella più grande è scoppiata in lacrime sul lato del palco, quando Kiko è stata incoronata, e ha detto: << E’ bello vedere realizzarsi il sogno di mia sorella, nostra madre sta applaudendo e piangendo dal cielo>>. La madre della miss era morta di Cancro al seno nel novembre del 2010, ma fino alla fine ha sempre incoraggiato la oggi Miss Giappone a lottare per ottenere quel titolo con orgoglio e l’ha sempre assecondata nelle sue scelte sia scolastiche sia sportive. La miss avrà oltre al solito Kimono, la corona, la fascia e la statuetta (simbolo di leggerezza grazia ed eleganza), un ruolo fondamentale nella vita di tutto il giappone, a partire infatti dall’impegno sociale e dalle varie apparizioni alle manifestazioni publiche e private.

 



A voi piace la nuova Miss Japan 2012?

 

Fonte: http://www.sfilate.it/149806/eletta-miss-giappone-il-fascino-del-kimono



0 Commenti

Giappone: Maid Girl sui Treni giapponesi

In Giappone, ci sono mille tipi di otaku. Ci sono gli otaku che amano anime e manga, otaku che vivono per i videogames, otaku che sono tutte queste cose insieme ma in giappone hanno anche un treno per Otaku. Ogni otaku sembra cercare una sola cosa... le Cameriere, chiamate all'inglese Maid famose per i Maid cafè.

Che cosa succede se si uniscono un popolo di viaggiatori di treno e delle ragazze vestite da Maid? Si ottiene il "Maid Train".

Quindi... Tutti a bordo!

In primo luogo introdotto nel 2010, il Maid Train ha l'obiettivo di portare le persone sulla cultura di Akihabara e di aumentare clienti "nerd o otaku" nei Maid Cafè.

Il Seibu Railway Group Maid Train limita il servizio di corse fra Ikebukuro e la stazione di Chichibu, passando vicino diverse società di produzione di anime, lungo il suo percorso.

I treni sono gestiti da cameriere con nomi come "Amakusa Chuchu, e servono cibo e bevande kawaii, gli annunci sul treno sono fatti dalle cameriere con le loro vocine piccine e carine. Non c'è da meravigliarsi che oltre il 90% dei passeggeri siano maschi.

Questo mese, la Seibu Railway ha offerto un secondo treno. Per 5.500 yen si potrà avere un biglietto di andata e ritorno più dei Maid Souvenir. Le cameriere danzano, posano per le foto, giocano ai giochi e vendono snack a prezzi maggiorati.

Non tutti i viaggiatori sono giapponesi! La notizia ha mostrato un passeggero di Taiwan che voleva conoscere la cultura giapponese.

 

Bè direi che una cosa che può succedere sia la voce che annuncia le fermate... "Next Stop Maid Molestation". :P





0 Commenti

Giappone: a Tokyo sushi da record 736 mila dollari per un tonno rosso

© Copyright LaPresse
© Copyright LaPresse

Un tonno rosso da 269 chili pescato sulle coste nordorientali del Giappone è stato venduto a 56,49 milioni di yen (736mila dollari) alla prima asta organizzata quest'anno al mercato ittico di Tsukiji, a Tokyo.

Il prezzo ha battutto il record dell'anno scorso, pari a 32,49 milioni di yen. Sebbene il pesce sia sicuramente pregiato, il prezzo riflette piuttosto il carattere prestigioso della prima asta a Tsukiji, considerato il più grande mercato del pesce del mondo. L'acquirente è Kiyoshi Kimura, presidente della catena di ristoranti di sushi Kiyomura Co.

Volevo "ravvivare il Giappone", ha spiegato Kimuar, e aiutare il Paese a sollevarsi dalla crisi scatenata dal terremoto e dallo tsunami dell'11 marzo scorso. Il tonno è stato catturato sulle coste di Oma, nella prefettura di Aomori, poco a nord della zona colpita dal disastro. Il tonno rosso è apprezzato per la sua carne delicata e le fette migliori, chiamate 'o-toro', sono vendute perfino a 2mila yen (24 dollari) per porzione nei bar di Tokyo. I giapponesi consumano l'80% del tonno rosso pescato, ma negli ultimi anni le pressioni sui pescatori locali sono aumentate perché la popolazione del pesce è in declino. A novembre del 2010 la Commissione internazionale per la protezione del tonno rosso ha votato per ridurre la quota di cattura del pesce nella parte est dell'Atlantico e nel Mediterraneo di circa il 4%, da 13.500 a 12.900 tonnellate. La decisione è stata criticata da gruppi ambientalisti, i quali speravano che la pesca del tonno venisse sospesa o bandita.



0 Commenti

Addio Shingo Araki: un maestro fumettista di molti manga

Partendo da Ufo Robot a Mazinga, passando per Lady Oscar e Lupin III, sino ad arrivare a Kiss Me Licia e ai Cavalieri dello Zodiaco: il fumettista, animatore e produttore giapponese Shingo Araki, che ha tratteggiato quasi tutti i principali personaggi animati i quali hanno fatto sognare milioni di ragazzi, è morto mercoledì sera a Nagoya, all'età di 72 anni. Araki è onsiderato uno dei più grandi disegnatori specializzati nel far vivere sullo schermo (anime in giapponese) personaggi nati come fumetti (manga). Il suo talento era soprattutto quello del «character designer», sviluppato a partire dai suoi primi lavori: Rocky Joe del 1970 e Ryu il ragazzo delle caverne del 1971. La sua carriera era iniziata nel 1957 quando vinse, a soli 18 anni, il premio come migliore nuova promessa per l'esordio da fumettista sul Machi, rivista mensile della sua città; poi per otto anni realizzò manga per le maggiori case editrici del Giappone, gavetta che lo portò a coronare il suo sogno di diventare un animatore: nel 1965, a 26 anni, cominciò infatti a lavorare per la Mushi Productions all'anime Jungle Taitei (Kimba il leone bianco). In seguito Araki ha lavorato con molti grandi artisti del campo. Con Go Nagai ha realizzato le versioni animate di Devilman, Cutie Honey e Ufo Robot. Con Riyoko Ikeda, autrice di alcuni manga shojo, realizzò il famosissimo Lady Oscar, il cartone che gli ha dato il successo definitivo. Nel 2008, in seguito alla trasposizione animata dell'Elysion Chapter de I cavalieri dello zodiaco, Araki annunciò il ritiro dalla scena dell'animazione giapponese.

Grazie del lavoro che hai fatto, anche per la mia infanzia, riposa in pace :)


0 Commenti

Video Spot Giapponese: Yoda di Star Wars e i Noodles

Fin da piccolo non ho mai capito l'età di Yoda, è sempre stato vecchio e rugoso, però anche se la saga di Star Wars è terminata da anni ormai, lui non si da per vinto. Ora si mette anche a fare spot pubblicitari in Giappone per la famosa casa che produce i Noodles (spaghetti instantanei), CupNoodle Nissin.

 

Quindi vi lascio al video e vi consiglio di fare come Yoda, usate la "Forza" che è in voi per bollire e poi mangiare i Noodles!

 


0 Commenti

Kodansha: Un volume manga per aiutare i Gatti vittime del terremoto

Click per ingrandire
Click per ingrandire

Kodansha ha pubblicato una raccolta di manga e scritti per descrivere la situazione dei gatti che hanno perso i loro padroni a seguito del grande sisma che ha colpito il Giappone lo scorso marzo. Tra i venti artisti che hanno collaborato alla realizzazione di questo progetto, dal titolo “What’s Michael? Support for Cat Victims”, anche l’omonima opera di Makoto Kobayashi, dedicata a un soriano. Il volume è in vendita la costo di 900 yen, e i proventi saranno donati per finanziare gli sforzi di ricostruzione. Tra i vari contributi figurano inoltre l’opera di Junji Ito (Tomie), Hideyoshi Matsumoto, Tomoko Hayakawa e Yuki Urushibara (Mushishi).



1 Commenti

Giappone: Inventa la moto water che cammina con le feci

Toilet Bike Neo è il nome della moto alimentata con escrementi umani.

Non è uno scherzo dei simpatici Giapponesi, è stata presentata di recente in Giappone ed è un incrocio fra un water e una motocicletta, sfreccia a tutta birra, o meglio dire Cacca perchè il suo carburante non è altro che la “cacca”.

Biogas ecologico: La Toilet Bike Neo nasce nell’ambito di un progetto finanziato dalla Toto, azienda leader a livello mondiale nella produzione di sanitari e impianti idraulici, che mira alla creazione di soluzioni per diminuire le emissioni di CO2 nell’ambiente. Le feci umane costituiscono il biogas che va ad alimentare il motore, un carburante che, in realtà, è già utilizzato da diverse centrali energetiche nel mondo e che, spesso, viene definito “nuovo carbone”. Le feci umane diventano, allora, un vero e proprio carburante alternativo che dovrebbe permettere, nei progetti della Toto, di ridurre le emissioni inquinanti del 50% nei prossimi 6 anni. Il motowater. La moto ecologica, oltre ad essere piuttosto bizzarra per il carburante che la alimenta, lo è anche per il suo particolarissimo design. Al posto del classico sedile infatti, c’è un water. Nel caso in cui finiste il carburante non vi resterebbe che liberarvi intestinalmente parlando, però io che sono alquanto stitico... farei una sosta dal farmacista e urlerei "Capo! fammi il pieno di lassativo!"



1 Commenti

Novità Libri: 1Q84 di Haruki Murakami finalmente in Italia

© Giulio Einaudi editore 2009
© Giulio Einaudi editore 2009
1Q84 Murakami Haruki  2011 Supercoralli pp. 724  € 20,00 ISBN 9788806203795
1Q84 Murakami Haruki 2011 Supercoralli pp. 724 € 20,00 ISBN 9788806203795

Dal sito © Giulio Einaudi editore 2009


1984, Tokyo. Aomame è bloccata in un taxi nel traffico. L'autista le suggerisce, come unica soluzione per non mancare all'appuntamento che l'aspetta, di uscire dalla tangenziale utilizzando una scala di emergenza, nascosta e poco frequentata. Ma, sibillino, aggiunge di fare attenzione: «Non si lasci ingannare dalle apparenze. La realtà è sempre una sola». Negli stessi giorni Tengo, un giovane aspirante scrittore dotato di buona tecnica ma povero d'ispirazione, riceve uno strano incarico: un editor senza scrupoli gli chiede di riscrivere il romanzo di un'enigmatica diciassettenne così da candidarlo a un famoso premio letterario. Ma La crisalide d'aria è un romanzo fantastico - o almeno così dovrebbe essere - tanto ricco di immaginazione quanto sottilmente inquietante: la descrizione della realtà parallela alla nostra e di piccole creature che si nascondono nel corpo umano come parassiti turbano profondamente Tengo. L'incontro con l'autrice non farà che aumentare la sua vertigine: chi è veramente Fukada Eriko?

Intanto Aomame (che pure non è certo una ragazza qualsiasi: nella borsetta ha un affilatissimo rompighiaccio con cui deve uccidere un uomo) osserva perplessa il mondo che la circonda: sembra quello di sempre, eppure piccoli, sinistri particolari divergono da quello a cui era abituata. Finché un giorno non vede comparire in cielo una seconda luna e sospetta di essere l'unica persona in grado di attraversare la sottile barriera che divide il 1984 dal 1Q84. Ma capisce anche un'altra cosa: che quella barriera sta per infrangersi. 1Q84 è stato accolto, alla sua uscita in Giappone, come il capolavoro di Murakami Haruki e immediatamente elevato a oggetto di un autentico culto, tanto che sono comparsi libri e riviste che provano a indagare i misteri e rispondere agli interrogativi che solleva questo romanzo fluviale, ricco di storie (e storie dentro storie), personaggi, idee. Un Murakami al suo meglio che riesce come non mai a centrifugare le suggestioni più diverse (dal folklore giapponese all'immaginario manga, dalla fantascienza occidentale alla tradizione letteraria orientale) e a esplorare le nostre ossessioni per dare vita a un mondo del tutto personale, onirico e malinconico, in cui nessuna realtà parallela ripaga per la nostalgia di un'amicizia d'infanzia, per un amore mancato.

 



0 Commenti

Annuncio: Vendesi letto Pegaso usato Ottime condizioni!

Clicca per ingrandire
Clicca per ingrandire
LETTO PEGASO usato in OTTIME CONDIZIONI! 
Prezzo 1500,00 €

Vendo causa inutilizzo per mancanza di spazio! 

VERO AFFARE! 
Completo di doghe. 

E' caratterizzato da 4 piedi in faggio massello che si incastrano a secco con i longheroni dalla forma alata. Completamente ad incastro, senza parti metalliche. 
FACILISSIMO DA MONTARE! 

MISURE 224x244x20. INTERNE 180X200. 

* L'immagine è di quando era montato, il materasso non è compreso ed il letto è smontato in attesa di acquisto.
Invia Email a diemme77@gmail.com oppure telefona al: 3930369544
L'oggetto si trova in zona fiera di Roma/Fiumicino
Daniele Mirenda

0 Commenti

Emergenza Liguria e Toscana ecco come essere d'aiuto

I disagi e problemi che sono accaduti e continuano ad accadere al nord Italia non sono pochi, molte persone hanno bisogno di noi, facciamo vedere che non siamo come questo governo pieno di politici che guardano e combattono per far cadere un governo invece di guardarsi in faccia e dirsi “ora dobbiamo metterci tutti insieme e sistemare i problemi e i misfatti che abbiamo creato”, non succederà mai quindi pensiamo noi ad aiutare persone, famiglie, bambini ed animali, vi ricordo che potrebbero essere vostri conoscenti o cari! Per farlo è molto semplice:

Inviando un sms al numero 45500, donerete 2 euro, o chiamando lo stesso numero da telefonia fissa!

Inviando una donazione sul sito della croce rossa.

 

 

 

 


 

 

 

Facciamoci sentire ogni Persona è come se fosse noi stessi!

 


Fonte: http://ziogeek.com 

 


0 Commenti

Libri: Giapponesi si nasce, un euro per ogni copia venduta

Dal sito dello scrittore:

Giapponesi si nasce” è il titolo di un libro, di un blog, di un viaggio tra Osaka e Tokyo che sta durando ormai da più di tre anni, e non credo finirà presto. Il blog lo state leggendo, il viaggio ve lo racconto quando ci vediamo, il libro è diviso in due parti: Osaka Style e Tokyo Style. Ma quale stile? Veloce, secco, diretto (poi ditemi voi se vi piace o meno), comunque “giornalistico”: non a caso, parte del materiale è già stato pubblicato su “A” – il settimanale di RCS – dal luglio del 2007. Dimenticavo l’Appendice: “Quando la lingua la si inventa – Le migliori frasi degli studenti giapponesi a lezione di italiano”: perle di sgrammaticata saggezza certosinamente raccolte durante il mio errare tra le postazioni di Nova (la scuola per la quale lavoravo).

 


“Guardiamo senza essere guardati” è una delle dieci cose che i giapponesi non ammetteranno mai. E’ quello che ho imparato a fare anch’io nel corso dei miei primi tre anni in Giappone, dove mi è stato predetto che avrei partorito senza dolori, sono passato per il fallimento della scuola nella quale insegnavo italiano a Osaka (che mi ha portato alla disoccupazione e all’iscrizione a un sindacato giapponese), e ho (ri)cominciato a fare (questa volta un po’ più seriamente) il giornalista a Tokyo.
Nel frattempo, ho scoperto che i ladri di mutandine non sono una leggenda, che c’è qualcuno che vorrebbe una legge sul matrimonio tra umani e personaggi di manga e anime, che per conquistare una giapponese bastano 14 minuti, e che in caso di un terremoto di 7,3 di magnitudo a Tokyo ci sarebbero 810.000 persone alla disperata ricerca di un bagno.

“Giapponesi si nasce” raccoglie esperienze, visioni, frammenti di vita quotidiana di un giornalista nella terra del Sol Levante, un mondo in cui ogni giorno non è mai uguale al precedente: testi brevi e curiosi, istantanee divertenti, per chi ha voglia di scoprire un po’ di più il Giappone, le sue contraddizioni e le sue peculiarità.

Mi sono limitato a guardare, osservare e cercare di capire senza troppe pretese: perché il Giappone è un insieme di luoghi nei confronti del quale esistono solo diversi gradi di ignoranza.

L’appendice (“Quando la lingua la si inventa – Le migliori frasi degli studenti giapponesi a lezione di italiano”) dà voce ai tanti giapponesi che, nel periodo in cui insegnavo la lingua di Dante, scelsero come hobby, invece di collezionare orsacchiotti o giocare a tennis, lo studio dell’italiano. Grazie alla loro sgrammaticata saggezza, ho capito che “non è sempre bisogno pasta”, “forse non andrò ovunque” e “non c’è nessuno senza io”.

I giapponesi sono molto più simili a noi di quanto crediamo: è solo che riescono a nasconderlo molto bene.


“Giapponesi si nasce”
di Paolo Soldano
 

ALETTI EDITORE

Collana “Gli emersi – Narrativa” 

Immagine di copertina di Anwar Maggi

ISBN 978-88-6498-348-6

 


Per approfondire: http://giapponesisinasce.com


0 Commenti

Giappone: Distributore di ebook

In Giappone, è stato presentato dalla compagnia giapponese Glory allaTokyo Ebook Fair, la più grande fiera-evento al mondo dedicata al pianeta dei libri elettronici, questo… distributore di ebook.

Il curioso oggetto pare funzionare come un qualunque distributore: si inserisce il denaro, si sceglie il titolo e si ottiene una ricevuta su come scaricare l’ebook nel nostro ereader da casa. Semplice ed efficace, se un oggetto simile fosse posizionato in posti strategici come stazioni, metropolitane o grandi magazzini.

Se in ogni caso il funzionamento effettivo fosse quello indicato, questo “distributore”  prototipo sarebbe un po’ un fallimento, poiché il lettore il testo lo vuole subito, mica una ricevuta da usare a casa.

A questo proposito sarebbe una vera novità il distributore che permetta il collegamento diretto tramite presa USB dell’ereader, scaricando direttamente al suo interno il file.

E il libro è servito.

Troppo futuristico? Forse, ma alla fine non si discosterebbe così tanto dal distributore automatico di libri che ha conquistato le fermate della metro di Milano, solo in versione digitale.

Certo c’è da domandarsi quanto potrebbe resistere al vandalismo, ma in fin dei conti non lo trovo così terribile come a detti di alcuni, il catalogo online sarebbe vastissimo, molto più di quello che potrebbe fornire una qualsiasi libreria.

 



1 Commenti

Giappone: Quattromila tanga rubati

 Un operaio edile della città di Hiroshima è stato arrestato per aver commesso un furto da record: nel giro di sei anni, secondo la testimonianza della polizia locale, Shigeo Kodama, di 54 anni, avrebbe trafugato la bellezza di 3.977 mutande, 355 reggiseni e 10 paia di calze dai cassetti e gli armadi di sconosciute della sua città.

 

Un portavoce della polizia di Hiroshima ha dichiarato che l’uomo, che in quanto operaio edile è abituato ad arrampicarsi per lavoro, sarebbe riuscito a perpetrare questi bizzarri furti passando per i cornicioni dei palazzi in relativa sicurezza.

Il portavoce ha dichiarato inoltre che l’uomo non ha mai trafugato nient’altro in tutte le case dove si è intrufolato.

 

La fumettista Rumiko Takahashi ci aveva visto lungo: evidentemente in giappone la biancheria intima altrui è molto richiesta, e la suddetta fumettista già negli anni 90 ( prima che il suo emulo venisse scoperto in questo periodo! ) aveva generato un popolare personaggio dei fumetti, chiamato Happosai, con abitudini del tutto identiche a quelle di questo altro figuro, realmente esistente nella realtà.

 



0 Commenti

Maneki Neko: 29 settembre è il suo giorno

Oggi in Giappone e' il giorno del MANEKI-NEKO 

Questa celebrazione e' stata fissata dall'Associazione Giapponese di Maneki-neko e dall'Ente del Turismo di Seto, localita' nella Prefettura di Aichi.

 

L'origine di questo anniversario proviene da un gioco di parole che fa della data di oggi un giorno fortunato o che "chiama la fortuna" (来る福), ovvero la stessa funzione che riveste il Maneki-neko e le sue tante riproduzioni che e' possibile ammirare ogni giorno in tanti diversi angoli della vita quotidiana giapponese.

→ KURU (9) FU (2) KU (9) = KURUFUKU (来る福) 

Se ad essere alzata e' la sua zampetta destra il maneki-neko portera' fortuna affinche' nel portafogli entrino soldi 「金運招来」, se invece alzata sara' la zampetta sinistra egli chiamera' clienti (nel negozio) 「千客万来」 .